A+ A A-
 

Black Metal con influenze Crust/Punk: la proposta dei newyorchesi Mutilation Rites Black Metal con influenze Crust/Punk: la proposta dei newyorchesi Mutilation Rites Hot

Black Metal con influenze Crust/Punk: la proposta dei newyorchesi Mutilation Rites

recensioni

titolo
Chasm
etichetta
Argento Records/Gilead Media
Anno

LINE UP: 
George Paul - vocals, guitars 
Michael Dimmit - guitars 
Ryan Jones - bass 
Tyler Coburn - drums 

TRACKLIST: 
1. Pierced Larnyx [06:50] 
2. Axiom Destroyer [03:54] 
3. Ominous Rituals [07:24] 
4. Post Mortem Obsession [06:57] 
5. Chasm [06:17] 
6. Putrid Decomposition [10:36] 

Running time: 41:58 

opinioni autore

 
Black Metal con influenze Crust/Punk: la proposta dei newyorchesi Mutilation Rites 2018-08-06 20:57:38 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    06 Agosto, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Fino a qualche tempo fa tendevo quasi a denigrare il Black Metal made in USA; tante uscite c'erano nei primi anni degli anni 2000, ma poche, pochissime quelle degne di nota. Poi qualcosa è improvvisamente cambiato ed anche dalla patria dello Zio Sam son cominciati ad arrivare buoni dischi ed ottime bands con una maggiore continuità, ed i qui presenti Mutilation Rites sono da annoverare tra questi. Partiti un po' in sordina con un paio di demo, un paio di EP ed un debut album discreti ma non di certo memorabili, i Mutilation Rites hanno poi calato l'asso nel 2014 con il sorprendente "Harbinger", di cui questa loro ultima fatica - terza su lunga distanza -, "Chasm", è il successore.

Il quartetto di New York City è uno di quelli che offrono prestazioni prettamente muscolari e con "Chasm" non sono da meno. I nostri riescono ad avere uno stile tutto loro dove ad elementi derivanti tanto dal Black della scuola norvegese quanto da quella più dura svedese (Marduk in primis), uniscono anche ritmiche serrate ed un'attitudine marcatamente Crust/Punk. E questa vena punkeggiante è, a mio avviso, il maggior punto di forza dei Mutilation Rites: tecnicamente nella media, così come lo sono i loro brani, riescono però ad avere un tiro enorme grazie all'esagerata velocità d'esecuzione, cui si abbina una potenza non da poco; è così che abbiamo pezzi come "Axiom Destroyer", che non avrebbe sfigurato in uno degli album dei Darkthrone dalla vena più Punk, o come la mardukiana "Ominous Rituals", nella cui parte centrale i Mutilation Rites dimostrano come anche sul piano tecnico, se ci si mettono, ci sanno fare.

"Chasm" non sarà un capolavoro, ma di certo è un onestissimo disco Black Metal che potrà sicuramente piacere a chi, in questo genere, è alla ricerca di sonorità estremamente veloci e violente. I Mutilation Rites confermano le favorevolissime impressioni destate dal precedente "Harbinger", meritandosi una promozione mai messa in discussione durante l'ascolto di quest'album.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gran bel lavoro questo quinto album dei death/doom metallers messicani Majestic Downfall
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dyrnwyn: Si torna a narrare Roma
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo disco ma ancora parecchia strada da fare per i Prima Nocte
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
State of Salazar quattro anni dopo, un altro pieno centro
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Magic Dance un salto negli anni 80 con un Aor iper melodico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dawn Ahead, thrash ispirato agli USA, ma dalla Germania
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il primo disco solista di Kikis A. Apostolou, chitarrista degli Arrayan Path
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ace Mafia un ep niente male per i fans dell'hard rock dalle sonorità moderne
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Watershape, un prog metal dove spesso viene colpevolente poco curato l'aspetto melodico.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Nerobove scandagliano il malessere umano con un sound azzeccatissimo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla