A+ A A-
 

Witchunter: recensione di "Back OnThe Hunt (2016) Witchunter: recensione di "Back OnThe Hunt (2016) Hot

Witchunter: recensione di "Back OnThe Hunt (2016)

recensioni

titolo
"Back On The Hunt"
etichetta
Blasphemous Art Productions
Anno

01. Back on the Hunt
02. Lady in White
03. Vultures Stalking
04. Nightmare
05. Hounds Of Rock
06. Midnight Sin
07. Loosing Control
08. Lucifer's Blade
09. Achilles Last stand (Led Zeppelin cover)
10. Are You Ready (Thin Lizzy cover-Bonus Track CD Version)

opinioni autore

 
Witchunter: recensione di "Back OnThe Hunt (2016) 2018-08-15 10:01:22 Corrado Franceschini
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Corrado Franceschini    15 Agosto, 2018
Ultimo aggiornamento: 16 Agosto, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Mi rendo conto del fatto che ventitre mesi per leggere ciò che penso di “Back On The Hunt” sono veramente troppi e di questo mi scuso con I Witchunter. “Back On The Hunt” è il secondo C.D. completo rilasciato dal gruppo abruzzese ed è uscito per Blasphemous Art Productions nel settembre del 2016. Il disco segue a distanza di molti anni il primo full lenght “Crystal Demons” uscito nel 2010 da me valutato con un 3,5/5. Vi dico subito che confermo il mio punteggio anche in questa occasione e vi spiego il perché. I cinque ragazzi, la formazione nel frattempo si è “allargata”, proseguono dritti per la loro strada e sembrano non seguire niente e nessuno: vanno in studio, attaccano i cavi e suonano senza troppi artefici. Così facendo rimangono fedeli al loro credo musicale che affonda le proprie radici all’interno della vecchia e amata N.W.O.B.H.M. Produzione scarna, dunque, per un disco composto da otto tracce originali e due cover che farà contenti gli ascoltatori più “grezzi” e lascerà meno soddisfatti quelli che cercano una produzione “patinata”. Come detto la vecchia musica Hard di Albione è il faro che guida la band ma, a velocizzare il tutto, ci pensano delle sciabolate Power/Speed che movimentano l’andamento di alcuni pezzi. Brani arrembanti come “Vultures Stalking”, si alterano ad altri come “Hounds Of Rock” dove l’amore per la citata N.W.O.B.H.M. è palese. “Midnight Sin” si rifà apertamente ai Judas Priest vecchia maniera...anche se il pezzo non mi è sembrato particolarmente riuscito. “Lucifer’s Blade” vede i nostri alle prese con ritmiche che, come titolo insegna, vanno dalla tipica “cavalcata”, al cambio Doom trascinato. Il tutto viene supportato a dovere dalle chitarre di Federico “Ace Iustini” e Silvio “Chuck” Verdecchia. Vorrei soffermarmi ora sulle cover: “Achilles Last Stand” (Led Zeppelin – Presence – 1976) mostra una certa “riluttanza” della voce di Steve Di Leo. Lo stile del pezzo ben si adatta a quello scelto dai nostri per rappresentare il mondo dell’Hard e del Metal tanto che sembra a tratti di ascoltare i Diamond Head dei primi E.P.s però una maggiore attenzione, quando si toccano questi mostri sacri, sarebbe auspicabile. Pienamente riuscita invece la cover di “Are You Ready” dei Thin Lizzy (“Live And Dangerous” - 1978 e singolo – 1981). Ho saggiato dal vivo la valenza positiva del gruppo e so cosa sono capaci di fare i Witchunter. Auguro al gruppo di riuscire a trasferire la carica e la perizia, affiancate dalla qualità, nel prossimo lavoro in studio.
P.S. Non so se l’errore è presente nei file inviati o è riscontrabile anche nel C.D. dato che nessuno lo ha segnalato ma “Nightmare” e “Hounds Of Rock” risultano in origine come traccia 5 e 4.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Con questo settimo album i Cripple Bastards realizzano probabilmente il loro capolavoro
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un bel biglietto da visita per i Valkyria con il loro power/heavy metal melodico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Thrash Bombz con un bel concentrato di solido thrash e speed metal
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debutto dei nostrani Ignorance Flows: una bomba!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Solita mostruosa prestazione degli Psycroptic, arrivati con questo al settimo album
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dubbioso debutto per gli Hexenklad
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un debutto sorprendentemente ottimo per i danesi Sinnrs
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Gathering Darkness celebrano i vent'anni di carriera con "The Inexorable End"
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Estremamente influenzato dalla corrente "core" il Progressive Death dei Technical Damage
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debuttano con un breve (ma comunque interessante) EP i canadesi Dethgod
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla terra del Death tecnico arriva una nuova interessante scoperta: i Samskaras
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non entusiasmante il debut dei Serpents Kiss
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla