A+ A A-
 

MIDNIGHT RIDER: NEWCOMERS DAL PASSATO. MIDNIGHT RIDER: NEWCOMERS DAL PASSATO.

MIDNIGHT RIDER: NEWCOMERS DAL PASSATO.

recensioni

titolo
Manifestation
etichetta
Massacre Records
Anno

TRACKLIST

  1. WHEN I SPEW MY HATE
  2. TEARS OF YOUR TEMPTATION
  3. THE EXECUTION
  4. CREATURE OF YHE NIGHT
  5. IN MY VOID
  6. HEROES AND SPEEDFREAKS
  7. CHANGE YOUR LIFE
  8. I WANNA BE A PROWLER
  9. ARRIVAL
  10. UNKNOWN WOMAN OF THE SEINE
BAND
  • Cliff Bubenheim: bass
  • Blumi: guitars, vocals
  • Wayne: vocals
Tim: drums

opinioni autore

 
MIDNIGHT RIDER: NEWCOMERS DAL PASSATO. 2018-09-16 13:44:58 Francesco Noli
voto 
 
2.5
Opinione inserita da Francesco Noli    16 Settembre, 2018
Ultimo aggiornamento: 16 Settembre, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Midnight Rider esordiscono su lunga distanza, dopo l’ E.P. omonimo di dieci anni fa e dopo ben 13 anni dalla loro formazione! Assestata la line-up da qualche anno a questa parte (curiosamente in formazione hanno militato anche musicisti Giapponesi), essi si sono messi in mostra con numerosi live, soprattutto nella patria Germania, che hanno attirato la curiosità della Massacre Records, mitica label molto attenta a un certo tipo di heavy robusto, che non ha bisogno di presentazione alcuna, la quale non ci ha pensato 2 volte a metterli sotto contratto per questo debut intitolato “Manifestation”. Chiariamo subito le cose, se siete in circa di una produzione cristallina o boombastica o volete sentire qualcosa di nuovo magari con produzione moderna, cambiate subito pagina e passate oltre; perchè qui non c’è niente di nuovo sotto il sole, se non del sincero e classico Heavy Metal stile anni '80 prodotto (volutamente) quasi grezzamente, suonato preciso ma sgraziato che richiama Maiden, Sabbath ma più che altro i Judas Priest. Fin dall’iniziale “When I Spew My Hate”, la voce poderosa di Wayne ci ricorda il Rob Halford di 30 anni fa (con le dovute proporzioni) e il suono ricorda proprio i Preti Albionici. Mid tempo a go/go, ritmo in 4/4 e buon lavoro di chitarra ad opera di Blumi sono i principali ingredienti dei Riders che dimostrano sicurezza dei propri mezzi in songs quali “The Execution” (con un bel giro di basso a aprire le danze, vagamente Sabbathiana per incedere e forma) oppure “In My Void”. Ma ci sono anche song più nervose, come “Change Your Life”, anche se la palma di miglior canzone a mio avviso se l’aggiudica “Creature Of The Night”, con la sua atmosfera luciferina e un’interpretazione di Wayne sopra le righe. Niente di nuovo sotto il sole quindi, ma tanto sano Heavy Metal che tuttavia mi sento di consigliare solo ai nostalgici dai suoni ottantiani o ai feticisti del genere.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Con questo settimo album i Cripple Bastards realizzano probabilmente il loro capolavoro
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un bel biglietto da visita per i Valkyria con il loro power/heavy metal melodico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Thrash Bombz con un bel concentrato di solido thrash e speed metal
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debutto dei nostrani Ignorance Flows: una bomba!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Solita mostruosa prestazione degli Psycroptic, arrivati con questo al settimo album
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dubbioso debutto per gli Hexenklad
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un debutto sorprendentemente ottimo per i danesi Sinnrs
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Gathering Darkness celebrano i vent'anni di carriera con "The Inexorable End"
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Estremamente influenzato dalla corrente "core" il Progressive Death dei Technical Damage
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debuttano con un breve (ma comunque interessante) EP i canadesi Dethgod
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla terra del Death tecnico arriva una nuova interessante scoperta: i Samskaras
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non entusiasmante il debut dei Serpents Kiss
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla