A+ A A-
 

Un nuovo, bellicoso lavoro per i 28 anni di Marduk Un nuovo, bellicoso lavoro per i 28 anni di Marduk

Un nuovo, bellicoso lavoro per i 28 anni di Marduk

recensioni

gruppo
titolo
Viktoria
etichetta
Century Media Records
Anno

TRACKLIST:

1. Werwolf

2. June 44

3. Equestrian Bloodlust

4. Tiger I

5. Narva

6. The Last Fallen

7. Viktoria

8. The Devil's Song

9. Silent Night

 

FORMAZIONE: 

M. Håkansson - Guitars

M. "Devo" Andersson - Bass

D. "Mortuus" Rostén - Vocals

F. Widigs - Drums

 

DISCOGRAFIA:

Dark Endless - 1992

Those of The Unlight - 1993 

Opus Nocturne - 1994

Heaven Shall Burn... When We Are Gathered - 1996

Nightwing - 1998

Panzer Division Marduk - 1999

La Grande Danse Macabre - 2001

World Funeral - 2003

Plague Angel - 2004 

Rom 5:12 - 2007

Wormwood - 2009 

Serpent Sermon - 2012 

Frontschwein - 2015

Viktoria - 2018

opinioni autore

 
Un nuovo, bellicoso lavoro per i 28 anni di Marduk 2018-09-19 18:24:03 Danilo Dardano
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Danilo Dardano    19 Settembre, 2018
Ultimo aggiornamento: 20 Settembre, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

28 anni di carriera, 14 Full-Lengths, 21 fra demo, EP, singoli e raccolte, 8 pubblicazioni live, non hanno bisogno di presentazioni, loro sono i Marduk. Hanno influenzato più di due decadi di blacksters di tutto il mondo, inventando il proprio sound e diventando una delle principali influenze per chiunque abbia voluto, in vent'anni, accostarsi a questo genere.
Chi ascolta Black Metal, ascolta i Marduk.
Ci si poteva aspettare un'ulteriore evoluzione da parte loro, che nelle due ultime pubblicazioni hanno cercato di integrare, alla propria identità puramente blackster, degli arrangiamenti più curati e delle linee melodiche funzionali alla loro idea. Invece, Viktoria fa qualcosa di diverso:
la produzione è essenziale, lo stile è rapido, l'aggressività la fa da padrona fin dall'inizio, il sound è senza dubbio più improntato a rivivere lo stile degli anni '90, rispetto ai lavori da quando Mortuus è alla voce, e si avverte una vena vagamente punk, a tratti anche doom metal.
Il disco è conciso e dura poco più di mezz'ora (se pensiamo che il precedente Frontscwhein sfiorava l'ora intera, e Serpent Sermon raggiungeva i quarantacinque minuti...), nella quale la band di Norrköping si conferma il quartetto di bestie che ha dato vita a capolavori come Opus Nocturne.
Nella sua semplicità ed immediatezza, Viktoria è un disco che conferma la capacità dei Marduk di poter ancora dire la loro dopo 28 anni di attività.
Disco consigliatissimo a tutti gli appassionati di Black Metal.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Arion, ottimo power metal dalla Finlandia
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ma non è che gli Internal Bleeding hanno ormai fatto il loro tempo?
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ultha, prossimi alla totale perfezione!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
THAW, dalle stelle alle stalle.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cosmic Church, un viaggio unico nel suo genere!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Rock raffinato e splendide melodie in questo nuovo disco dei Cage
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non proprio esaltante il debut degli Alchemy Chamber
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Entierro - siete pronti per la sepoltura?
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il primo lavoro dei Cernunnos è ancora acerbo
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Molto interessante il debut dei Beriedir
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla