A+ A A-
 

Un buon debutto per gli Aesthetics of a Loss, ma c'è da lavorare ancora sulla personalità Un buon debutto per gli Aesthetics of a Loss, ma c'è da lavorare ancora sulla personalità Hot

Un buon debutto per gli Aesthetics of a Loss, ma c'è da lavorare ancora sulla personalità

recensioni

titolo
L'Égoïsme
etichetta
Autoproduzione
Anno

PROVENIENZA: Svezia 

GENERE: Melodic Death Metal 

FFO: Wolfheart, Black Sun Aeon, Before the Dawn, Omnium Gatherum 

LINE UP: 
Jonas - vocals, all instruments 

TRACKLIST: 
1. L'Égoïsme [04:23] 
2. Heritage in Ruins [04:09] 
3. The Callous Cold [04:56] 
4. An Eulogy for Hope [04:31] 
5. Tomhetens Lyrik [08:14] 

Running time: 26:13 

opinioni autore

 
Un buon debutto per gli Aesthetics of a Loss, ma c'è da lavorare ancora sulla personalità 2018-10-01 20:31:10 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    01 Ottobre, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

EP di debutto per la one man band svedese Aesthetics of a Loss, progetto nato per mano di Jonas in quel di Malmö sul finire del 2014. Gestazione lunghetta dunque quella che porta all'esordio assoluto dell'artista svedese, che con "L'Égoïsme" ci propone un interessante lavoro Melodic Death, fortemente influenzato soprattutto da Tuomas Saukkonen ed i suoi progetti, Wolfheart in primis, ma anche Before the Dawn e Black Sun Aeon.

E' dunque un Melodic Death estremamente duro e roccioso quello di Aesthetics of a Loss, accompagnato da un growl altrettanto roccioso che molto si rifà al mastodontico vocalist finlandese. Nei poco più di 25 minuti di "L'Égoïsme", Jonas mostra d'aver impiegato bene il tempo trascorso tra la fondazione del progetto e l'uscita di questo EP; pur non brillando per innovazione od originalità, infatti, AOTL si dimostra essere un progetto che sa come accendere l'interesse dell'ascoltatore, grazie ad una prova muscolare ed un sound compatto ma che sa riprendere le atmosfere malinconiche e glaciali dei Wolfheart, non venendo meno in quella che è la parte più melodica delle composizioni -e a tal proposito non si può non menzionare "An Eulofy for Hope"-. La strada per l'artista svedese è però ancora lunga, mancando quel tocco personale che potrebbe fare la differenza (enorme) tra un ottimo progetto ed uno in cui le sonorità rischiano di sembrare troppo derivative; tra l'altro pochi giorni fa si è scritto di come il rimanere sempre troppo uguali a loro stessi fosse diventato quasi un problema per Saukkonen e soci, quindi adottare uno stile praticamente simile al loro può, per la proprietà transitiva, costituire un piccolo problema anche per AOTL.

Niente che non si possa superare, sia chiaro. Ed anzi è meglio ribadire come "L'Égoïsme" sia un EP valido ed una buona base di partenza per Jonas ed i suoi Aesthetics of a Loss. Ma il punto chiave è tutto lì: che sia una base di partenza da cui muoversi verso una direzione totalmente personale.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

TrollfesT: I folk-troll norvegesi tornano con una nuova esplosiva miscela di stili
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Halcyon Way: la band di Atlanta di nuovo alla carica
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Psychonolatry" abbiamo gli Electrocution mai così in stato di grazia
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thrash incazzatissimo per i giovani Ravager!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Gli Ancient Bards ed il secondo capitolo della "Black crystal sword saga"
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sesto album dei Belladonna, come sempre molto eleganti
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un'onesta uscita questo terzo disco dei bielorussi Vistery
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Troppo breve il demo dei Tensor per poterne dare un giudizio completo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vandor, un debutto ancora alquanto acerbo
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un demo di debutto più che sufficiente per A Vintage Death
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla