A+ A A-
 

Un debutto frizzante per gli HighSpeedDirt Un debutto frizzante per gli HighSpeedDirt Hot

Un debutto frizzante per gli HighSpeedDirt

recensioni

titolo
Modern Slavery
etichetta
Autoproduzione
Anno

Tracklist:

Truth In The Poket

Fountain Of Truth

Yellow Leaves

We Don’t Existe Enymore

Modern Slavery

Daydreamer

Ordinary Man

 

 

Formazione:

- Federico Dick :: Bass;

- Domenico Santoro :: Guitar;

- Marco Maraschi :: Vox;

- Stefano Motta :: Drums;

opinioni autore

 
Un debutto frizzante per gli HighSpeedDirt 2018-10-10 13:16:50 Federico Orano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Federico Orano    10 Ottobre, 2018
Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre, 2018
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tempo di debutto per gli HighSpeedDirt, giovane band milanese che unisce svariate influenze in queste sette tracce che compongono “Modern Slavery”.

Con un tocco moderno che caratterizza un po' tutto il disco, il quartetto lombardo getta le proprie basi su un hard rock che spazia fino al grunge e all'heavy metal. La partenza affidata a “Truth In The Poket” mostra carica da vendere grazie a riff di scuola street rock e linee vocali efficaci. Ritmi elevati ed un tocco punk rock si unisce all'heavy metal di “Fountain Of Truth”. Se con “Yellow Leaves ” troviamo il primo ed unico brano leggermente anonimo del disco, la seguente “We Don’t Existe Enymore” si erge a highlight della tracklist grazie ad un refrain capace di colpire nel segno insieme ad atmosfere malinconiche. L'alternative “Daydreamer” apre la strada a “Ordinary Man”, pezzo più classico che in certi passaggi sembra quasi strizzare l'occhio all'heavy metal di scuola anglosassone dei Maiden.

“Modern Slavery” ci mostra una band capace, che riesce con un songwriting frizzante a superare con scioltezza il delicato passo del debut album. Ora sistemando due cosette qua e là, ci sarà da divertirsi con gli HighSpeedDirt!

Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Myrd, dalla Danimarca arriva una nuova ondata di terrore in musica!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bergrizen, il nuovo 12"LP per il live al Holy Death Over Kyiv V Festival.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hornwood Fell, l'Italia estrema che va supportata!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Calvaire, buone idee ma la strada é ancora lunga.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Shadow's Mortuary, la scena finnica cerca nuove soluzioni!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Si festeggiano i 20 anni di "Legacy of Kings" degli Hammerfall
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Il primo disco solista di Kikis A. Apostolou, chitarrista degli Arrayan Path
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ace Mafia un ep niente male per i fans dell'hard rock dalle sonorità moderne
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Watershape, un prog metal dove spesso viene colpevolente poco curato l'aspetto melodico.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Nerobove scandagliano il malessere umano con un sound azzeccatissimo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ego porta con sé una forza rigenerante, questi sono gli E.G.O.C.I.D.E.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla