A+ A A-
 

Torna la leggenda Grindcore di Pete Sandoval: quarto album per i Terrorizer Torna la leggenda Grindcore di Pete Sandoval: quarto album per i Terrorizer Hot

Torna la leggenda Grindcore di Pete Sandoval: quarto album per i Terrorizer

recensioni

titolo
Caustic Attack
etichetta
The End Records
Anno

PROVENIENZA: U.S.A. 

GENERE: Death Metal/Grindcore 

SILMILAR ARTISTS: Napalm Death, Repulsion, (early) Carcass, Brutal Truth 

LINE UP:
Sam Molina - vocals, bass
Lee Harrison - guitars
Pete Sandoval - drums

TRACKLIST:
1. Turbulence [01:58]
2. Invasion [01:56]
3. Conflict and Despair [02:04]
4. Devastate [03:09]
5. Crisis [04:13]
6. Infiltration [04:57]
7. The Downtrodden [04:11]
8. Trench of Corruption [04:14]
9. Sharp Knives [03:04]
10. Failed Assassin [03:16]
11. Caustic Attack [01:00]
12. Poison Gas Tsunami [01:12]
13. Terror Cycles [03:46]
14. Wasteland [04:42] 

Running time: 43:42 

opinioni autore

 
Torna la leggenda Grindcore di Pete Sandoval: quarto album per i Terrorizer 2018-10-12 12:04:50 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    12 Ottobre, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Nonostante siano una vera e propria leggenda della scena Grind mondiale, i Terrorizer non è che siano mai stati poi così tanto prolifici, vuoi anche per i tanti tira e molla della loro carriera, a cominciare dallo scioglimento dopo l'uscita del seminale "World Downfall", poi il ritorno nel 2005 e nuovo scioglimento dopo il dimenticabile "Darker Days Ahead" nel 2006 -complice anche la morte di Jesse Pintado-. E infine quello che sembra il definitivo come back nel 2009 che porta i Terrorizer a realizzare "Hordes of Zombies" nel 2012.

Da allora sono passati ben sei anni prima che la band statunitense si ripresentasse con un nuovo album, "Caustic Attack". E che si ripresentasse, soprattutto, con la formazione nuovamente stravolta. Con sempre un solo uomo al comando (o sarebbe meglio dire al "Commando"), l'inossidabile Pete Sandoval, i Terrorizer si presentano a questa nuova uscita con la formazione di nuovo rinnovata: al posto di Anthony "Wolf" Rezhawk e Katina Culture ci sono l'ex Monstrosity Sam Molina a basso e voce e Lee Harrison (Monsotrosity ed ex di Atheist e Malevolent Creation) alla chitarra. Insomma, non proprio musicisti di primo pelo e lo possiamo sentire in "Caustic Attack": l'album è suonato decisamente con mestiere, non discostandosi di un millimetro dalla proposta tra Death e Grind del trio statunitense. Un unico attacco frontale che si propaga per i quasi 3/4 d'ora di durata dell'album con brani sparati a velocità siderali in cui però non mancano pesanti rallentamenti spaccacollo -il migliore dei quali troviamo in "Conflict and Despair". C'è, ad essere onesti, una certa ripetitività tra i brani, scritti "con il pilota automatico inserito", ma è anche vero che "Caustic Attack" è un disco che si lascia ascoltare e che ci offre senza pretese quello che i Terrorizer da sempre promettono: una scarica di violenza adrenalinica, con pezzi come "Devastate", "Crisis" e "Sharp Knives" che faranno sicuramente colpo. Una menzione particolare va fatta per Pete Sandoval: avrà pure lasciato i Morbid Angel per i noti motivi religiosi, ma ciò non toglie che non si è assolutamente dimenticato com'è che si suona Death Metal e la prestazione offerta in questo album è qui a dimostrarlo.

Per quanto riguarda i Terrorizer c'è ora da sperare che la formazione possa rimanere stabile: Molina/Harrison/Sandoval sembra essere un'ottima quadratura del cerchio per una line-up che, come detto in apertura, non ha mai avuto una stabilità. E c'è da aspettarsi da questi tre, nel caso tirino fuori un nuovo lavoro -si spera non tra molti anni-, che possano fare anche meglio di questo comunque buonissimo "Caustic Attack".

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Myrd, dalla Danimarca arriva una nuova ondata di terrore in musica!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bergrizen, il nuovo 12"LP per il live al Holy Death Over Kyiv V Festival.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hornwood Fell, l'Italia estrema che va supportata!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Calvaire, buone idee ma la strada é ancora lunga.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Shadow's Mortuary, la scena finnica cerca nuove soluzioni!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Si festeggiano i 20 anni di "Legacy of Kings" degli Hammerfall
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Il primo disco solista di Kikis A. Apostolou, chitarrista degli Arrayan Path
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ace Mafia un ep niente male per i fans dell'hard rock dalle sonorità moderne
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Watershape, un prog metal dove spesso viene colpevolente poco curato l'aspetto melodico.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Nerobove scandagliano il malessere umano con un sound azzeccatissimo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ego porta con sé una forza rigenerante, questi sono gli E.G.O.C.I.D.E.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla