A+ A A-
 

Un dipinto senza colori per i Painted Black Un dipinto senza colori per i Painted Black Hot

Un dipinto senza colori per i Painted Black

recensioni

titolo
Raging Light
etichetta
WormHoleDeath
Anno

Tracklist:
1 – The Raging Light
2 – Dead Time
3 – The Living Receiver
4 – Absolution Denied
5 – Chamber
6 – In The Heart Of The Sun
7 – I Am Providence
8 – Almagest

 

Line-up:
Daniel Lucas – Vocals
Luís Fazendeiro – Rhythm & Lead Guitars, Clean Guitars, Piano & Synths, Bass on tracks 1,3,5 and 8
Gonçalo Sousa – Lead & Rhythm Guitars

opinioni autore

 
Un dipinto senza colori per i Painted Black 2018-11-04 10:44:25 Andrea B.
voto 
 
1.0
Opinione inserita da Andrea B.    04 Novembre, 2018
Ultimo aggiornamento: 04 Novembre, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Le mie orecchie hanno ormai assimilato questo album dei portoghesi Painted Black. Bisogna vedere se il processo di attento ascolto porta a risultati significativi o meno. Devo confessare a Lor Signori che in questo caso "Raging Light" non ha lasciato tracce nel mio cuore. Siamo di fronte ad una band che vorrebbe dire tante cose, questo lo s'intuisce. Il problema è che non è capace di prendere alcuna direzione musicale. Si assiste ad una sterile ricerca di stili musicali che non arriva mai a compimento. Non si può dire che questo sia un album Prog perchè non lo è, i Painted Black non sono in grado di sintetizzare linguaggi musicali che non appartengono loro. C'è un tentativo di dare a "Raging Light" un taglio Gothic, ma manca il fascino della sottile decadenza tipica del genere. Non mi si venga a dire che ci sono spunti di Doom, perchè non ci crederebbe neanche un visionario del settore. Il cantato è deprimente nel senso più negativo del termine, La chitarra si esprime in forma circolare, ma risulta inconcludente. Si salva la batteria che cerca per lo meno di spezzare con i soliti tempi. I suoni non sono neanche male, ma si ripetono fino a produrre delle nenie insopportabili. Il buonsenso doveva suggerire ai Painted Black di scrivere un disco più breve nella durata, ma evidentemente hanno puntato sulla quantità. A fatica sono arrivato ad ascoltarlo tutto, ma almeno so di cosa sto parlando. Regna la confusione nella testa di questi giovani musicanti ma non è dato sapere se si trovino a loro agio in tale condizione. In sintesi questo è un capitolo discografico assolutamente anonimo per mancanza d'ispirazione. Se cercavate qualcosa per cui emozionarvi, non riponete speranze in "Raging Light". Sento di aver sprecato tempo nell'ascolto di questo album. Ho bisogno di rifarmi presto con una perla da mettere in luce.

Trovi utile questa opinione? 
01
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Aor purissimo per un tuffo negli anni 70 con Billy Sherwood
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo quasi due decadi, con un breve EP tornano i padri del NY Hardcore: i Cro-Mags
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i baschi Hex un Doom/Death con poche accelerazioni ma dall'impatto decisamente buono
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dai tedesco-olandesi Burial Remains un buon disco per i fans della vecchia scuola svedese
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
i Diviner possono ancora migliorare
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

A distanza di tredici anni tornano i thrashers americani Motive
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seconda fatica per i lussemburghesi Feradur: un signor melodic death!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Panthematic, un calderone di inflenze ma un lavoro immaturo.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Ragnhild propongono un insolito Viking Metal made in India
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debuttano feroci come bestie i canadesi Concrete Funeral
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Imago Imperii, una promettente band italiana
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla