A+ A A-
 

MUSICA PER ANIMALI ROCKERS MUSICA PER ANIMALI ROCKERS Hot

MUSICA PER ANIMALI ROCKERS

recensioni

gruppo
titolo
"Music For Animals"
etichetta
Sonic Attack Records
Anno

Line Up:

 

Attila Kovács : chitarra
András Vörös : voce
György Nedoluha: basso
Attila Erdei: batteria

 

Tracklist:

 

CD 1

1 Cleaver

2 Best Plays

3 The Devil You Run With

4 Natasha

5 Out Of The Reach

6 Of This Gloom

7 Hugly Head

9 Revolting Kids

10 The Murder Of Socrates

 

CD 2

1 Pont Kozrepe

2 Szikra

3 Pokolra Kell

4 Tulutes

5 She's A Lady

6 Panic

7 Rockin' In The Free World

opinioni autore

 
MUSICA PER ANIMALI ROCKERS 2013-02-03 09:31:36 Michele Alluigi
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Michele Alluigi    03 Febbraio, 2013
Ultimo aggiornamento: 03 Febbraio, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Giungono direttamente da Budapest i Superbutt, realtà affermata della scena metal Ungherese siglata dal vessillo della nostra Music Solution Agency. In questa edizione limitata del loro ultimo lavoro “Music For Animals” troviamo una gustosa doppia porzione del loro groove metal stradaiolo ai massimi livelli.
Balzano immediatamente all'orecchio gli americani Helleyeah come band somigliante, il sound infatti è crudo, poderoso e ricco di groove e non mancano nemmeno parti più melodiche.
La produzione dell'album è buona, il calore dei suoni degli strumenti accompagnato alla crudezza delle distorsioni fa si che le canzoni di questo disco sappiano d'asfalto per la loro schiettezza ed energia; un drumming lineare e ben spinto crea il giusto motore per una miscela sonora che spazia dall'heavy motorheadiano al thrash metal in un fluido decisamente letale per i nostri timpani.
Un lavoro che convince, nonostante la stranezza della sua proposta, buono per le serate a base di birra a fiumi, buona musica ed headbanging, i Superbutt si presentano senz'altro come una band eclettica e creativa dal punto di vista compositivo, tanto che propone nel proprio repertorio sia brani cantati in inglese, che nella loro lingua madre.
I brani sono tutti ben strutturati, con spunti e parti più melodiche piazzate al punto giusto che rendono il lavoro apprezzabile ad un numero maggiore di orecchie, pur restando un album di groove metal. Non resta che andarli a seguire dal vivo.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I capitolini Enemynside tornano con un thrash onestissimo e funzionante
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Wormhole: quando lo Slam/Brutal incontra il Progressive Death di scuola canadese
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Eighty One Hundred: Heavy Metal fumante e melodico per la band campana!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Delirium: il solito Pagan Black Metal.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I canadesi Sophist sono rimandati al prossimo lavoro (di prossima uscita)
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debutto per gli americani Frogg, ma con qualcosa da migliorare per il futuro
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debut album discreto per i blackened death metallers americani Deadspawn
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Molto interessante, seppur breve, il debut EP dei canadesi Unburnt
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Congiura: quando la fenice rinasce dalle sue ceneri
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Russia un buon prodotto Melodic Death/Black da parte della one man band Doom Rot
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla