A+ A A-
 

I tiranni amano il Death Metal, i Necrospell suonano per loro. I tiranni amano il Death Metal, i Necrospell suonano per loro.

I tiranni amano il Death Metal, i Necrospell suonano per loro.

recensioni

titolo
Awakening Of Tyrants
etichetta
Satanath Records
Anno

Tracklist:

01. Intro
02. As Darkness Falls
03. Under A Dying Frozen Sun
04. Restless Hate
05. Submission
06. Kiss Of Death
07. Necronomicon Gate
08. Awakening Of Tyrants

 

Necrospell line-up:
Nuclearchgoat - Voce
Andrea g. - Chitarra
Ferenc - Chitarra
Jason - Basso
Attilio hc - Batteria

opinioni autore

 
I tiranni amano il Death Metal, i Necrospell suonano per loro. 2018-12-03 17:40:52 Andrea B.
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Andrea B.    03 Dicembre, 2018
Ultimo aggiornamento: 03 Dicembre, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Finalmente arrivati al debutto discografico, i cosentini Necrospell ci fanno capire subito di che pasta sono fatti. Il loro riferimento musicale è il Death Metal di vecchia scuola. Attraverso uno stile diretto e incisivo riesco ad emozionarmi all'ascolto. D'altronde non c'è bisogno di particolari giri di note per catturare l'attenzione. Andando a vedere il tutto, il growl appare senz'altro un punto di forza. Non vi è in effetti alcun segnale di cedimento nel modo di cantare del vocalist. Le chitarre fanno un'ottima parte, dando la netta impressione di viaggiare all'unisono. I pochi assoli presenti impreziosiscono la struttura dei pezzi, ma non c'è ombra di leziosi virtuosismi. La batteria martella doverosamente e si concede anche alcuni controtempi degni di nota. Magari nelle linee di basso noto un apporto privo di particolare fantasia, ma il suo lavoro è più che onesto. Non pensate però che manchi l'atmosfera in questo album, perchè non è così. Le pennellate oscure dipingono, a conti fatti, un quadro fosco e minaccioso che risveglia le coscienze. L'insieme del disco è legato da una coerenza stilistica che rende "Awakening Of Tyrants" fluido e godibile fino in fondo. Sono giunto all'ultima traccia senza notare cadute di stile. Posso solo dire che mi aspettavo un esordio di maggiore minutaggio. Ad ogni modo, hanno ormai stuzzicato la mia fantasia. Chissà se manterrano questa purezza nell'approccio compositivo, certamente veglierò sulle loro prossime mosse.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Dyrnwyn: Si torna a narrare Roma
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo disco ma ancora parecchia strada da fare per i Prima Nocte
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
State of Salazar quattro anni dopo, un altro pieno centro
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Magic Dance un salto negli anni 80 con un Aor iper melodico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo dieci anni con un disco davvero ben fatto i Forest of Shadows
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dawn Ahead, thrash ispirato agli USA, ma dalla Germania
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il primo disco solista di Kikis A. Apostolou, chitarrista degli Arrayan Path
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ace Mafia un ep niente male per i fans dell'hard rock dalle sonorità moderne
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Watershape, un prog metal dove spesso viene colpevolente poco curato l'aspetto melodico.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Nerobove scandagliano il malessere umano con un sound azzeccatissimo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla