A+ A A-
 

Il debut EP dei Vitriol riesce fortunatamente a raggiungere la visibilità che merita Il debut EP dei Vitriol riesce fortunatamente a raggiungere la visibilità che merita

Il debut EP dei Vitriol riesce fortunatamente a raggiungere la visibilità che merita

recensioni

gruppo
titolo
Pain Will Define Their Death
etichetta
Everlasting Spew Records
Anno

PROVENIENZA: U.S.A. 

GENERE: Death Metal 

FFO: Hate Eternal, Morbid Angel, Nile 

LINE UP: 
Kyle Rasmussen - vocals, guitars 
Adam Roethlisberger - vocals, bass 
Scott Walker - drums 

TRACKLIST: 
1. Pain Will Define Their Death [04:38] 
2. Victim [03:43] 
3. Violence, a Worthy Truth [03:58] 
4. The Parting of a Neck [04:29] 

Running time: 16:48 

opinioni autore

 
Il debut EP dei Vitriol riesce fortunatamente a raggiungere la visibilità che merita 2018-12-03 18:21:23 Daniele Ogre
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    03 Dicembre, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Uscito dapprima autoprodotto solo in formato digitale, a distanza di un annetto trova l'uscita anche su supporto fisico, grazie ad Everlasting Spew Records, "Pain Will Define Your Death", l'EP di debutto dei Vitriol, Death Metal band di Portland, Oregon. Un buon colpo, per chi vi scrive, per l'etichetta nostrana: il lavoro dei Vitriol, che in questa nuova veste presenta anche un brano in più rispetto l'uscita originaria, ci mette in mostra una band che si presenta con un biglietto da visita di tutto rispetto. Il Death Metal del trio statunitense riesce ad essere estremamente violento quanto tecnicamente ineccepibile, con un sound in cui è possibile sì riscontrare l'influenza di gruppi come Hate Eternal (su tutti) e Morbid Angel, ma in cui notiamo una certa dose di personalità da parte dei nostri ed un songwriting che sembra essere già abbastanza maturo: ed essendo solo al primissimo lavoro, i margini di miglioramento possono essere esponenziali. Già dalle prime note della title-track, chiamata ad aprire l'EP, i Vitriol mettono da subito le cose in chiaro, ma è soprattutto con la successiva "Victim" che rendono evidente il messaggio che vogliono far passare, ossia quello che non hanno alcuna intenzione di essere una meteora della scena Death. Con "Violence, a Worthy Truth" abbiamo l'ennesima esplosione di tecnicissima violenza - un plauso va obbligatoriamente fatto al drummer Scott Walker, seppur i suoi compari non è che siano da meno - e la chiusura originaria dell'EP, ad appannaggio in questa nuova versione ad un altro mostruoso pezzo, "The Parting of a Neck", uscito anche come singolo durante il 2018.
Un debutto sicuramente impressionante per i Vitriol, non c'è che dire. "Pain Will Define Their Death" è uno di quei lavori che sarebbe stato un vero peccato non avessero avuto la risonanza mediatica che merita, quindi merito va dato all'Everlasting Spew per aver voluto puntare su uno dei prodotti Death più sorprendenti di quest'annata (ma anche della scorsa, oserei dire). Promossi a pieni voti, aspettando un lavoro su lunga distanza: e lì ne potremmo vedere delle belle.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Dyrnwyn: Si torna a narrare Roma
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo disco ma ancora parecchia strada da fare per i Prima Nocte
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
State of Salazar quattro anni dopo, un altro pieno centro
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Magic Dance un salto negli anni 80 con un Aor iper melodico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo dieci anni con un disco davvero ben fatto i Forest of Shadows
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dawn Ahead, thrash ispirato agli USA, ma dalla Germania
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il primo disco solista di Kikis A. Apostolou, chitarrista degli Arrayan Path
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ace Mafia un ep niente male per i fans dell'hard rock dalle sonorità moderne
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Watershape, un prog metal dove spesso viene colpevolente poco curato l'aspetto melodico.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Nerobove scandagliano il malessere umano con un sound azzeccatissimo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla