A+ A A-
 

rebelHot un tuffo nel rock degli anni Settanta rebelHot un tuffo nel rock degli anni Settanta

rebelHot un tuffo nel rock degli anni Settanta

recensioni

gruppo
titolo
Uncomfortableness
etichetta
Metalopolis
Anno

Tracklist: 1. How Is Elvis, 2. Hey Mama, 3. Wheeler Dealer, 4. High Heels, Hot Wheels, 5. Sunday Morning, 6. Mad Train, 7. Keep On Keepin’ On, 8. Love And Divine, 9. Soul Stealer, 10. Stand Up

 

Band:

Husty – Vocals, Tambourine

Paul – Guitar, Vocals

Ze – Bass, Vocals

Frank – Drums, Vocals, Percussion

 

opinioni autore

 
rebelHot un tuffo nel rock degli anni Settanta 2018-12-13 10:57:31 Federico Orano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Federico Orano    13 Dicembre, 2018
Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre, 2018
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Quattro ragazzi italiani che non vogliono staccarsi da quel sound che impazzava negli anni '70. Il risultato? “Uncomfortableness”, un disco davvero figo da spararsi a tutto volume.

Dieci pezzi, nulla di più, come piace a noi. E un tuffo assicurato in quelle sonorità rock e country che hanno fatto la storia, da Jimi Hendrix ai Bad Company. Insomma basterebbe leggere i titoli di alcuni brani come “How Is Elvis” o “Hey Mama” per capire di cosa stiamo parlando. Husty al microfono interpreta alla grande i pezzi, mentre tutta la band viaggia coesa lasciando spazio alle esplosioni soliste di un ispirato Paul alla chitarra. E' un attimo quindi chiudere gli occhi e ritrovarsi negli States in qualche paesino disperso del New Mexico, con i rebelHot come colonna sonora, mentre si entra in un saloon per una birrozza dopo aver parcheggiato la propria Harley.

“Uncomfortableness” va ascoltato tutto d'un fiato, ma prima di tutto preparate gli stivaloni di pelle, senza di quelli è tutta un'altra storia!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I Frozen Crown sono pronti per il grande salto!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Bloodbound si confermano su buoni livelli
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Troppo sfoggio di tecnica nel nuovo album degli Eternity's End
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i canadesi Accursed Spawn un debutto che unisce benissimo violenza e tecnica
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Children Of Bodom: Un nuovo capitolo musicale non sempre convincente
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Troppa carne al fuoco in un lavoro ancora acerbo per i Brutal Cancan
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto con i fiocchi per i canadesi Backstabber
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il primo lavoro dei tedeschi Invictus
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debutto cazzuto per i veneti Kamion
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debutto dei Throne of Flesh con un EP devoto alla vecchia scuola Death
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Edgar Allan Poe nel debut dei Red Masquerade
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla