A+ A A-
 

Bergrizen, il nuovo 12"LP per il live al Holy Death Over Kyiv V Festival. Bergrizen, il nuovo 12"LP per il live al Holy Death Over Kyiv V Festival. Hot

Bergrizen, il nuovo 12"LP per il live al Holy Death Over Kyiv V Festival.

recensioni

gruppo
titolo
Einsamkeit im Wintersturm
etichetta
Purity Through Fire
Anno

Tracklist:

Side A

1. Der unsterbliche Geist

2. Lied der Rache

3. Ankunft der Winterdämmerung II 

4. Das alte Herzeleid

Side B

5. Entsagen

6. Der Wanderer II - Die Nacht des Raben

7. Der Wanderer

8. Einsamkeit im Wintersturm

opinioni autore

 
Bergrizen, il nuovo 12"LP per il live al Holy Death Over Kyiv V Festival. 2018-12-16 11:26:53 Rob M
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Rob M    16 Dicembre, 2018
Ultimo aggiornamento: 16 Dicembre, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Dopo l'uscita l'anno scorso di "Der Unsterbliche Geist", giá recensito dal sottoscritto alcuni mesi fa, tornano i Bergrizen con questo "Einsamkeit Im Wintersturm", album live stampato in 12"LP dalla Purity Through Fire.
Devo ammettere che non sono un gran fan dei dischi live, ma ragazzi questo é davvero un gran bel lavoro! Partiamo dai suoni e la qualità della registrazione. Top notch!!! Un sound messo in risalto incredibilmente dalla registrazione live e che, nel complesso, suona meglio che la registrazione in studio del disco precedente! Dona un'aura primitiva al tutto ma allo stesso tempo definita, con un mastering che ha messo in risalto tutti gli strumenti in maniera perfetta. Il basso bilancia le chitarre senza perdersi nel muro di suono, la batteria non risulta troppo invadente ma é anzi microfonata alla perfezione e tutti gli elementi del kit si posson distinguere, la voce é semplicemente sublime e completa la proposta dal vivo con grandissima qualità. Per quanto riguarda la musica, i nostri propongono principalmente brani dell'ultimo e penultimo LP ed il tutto in maniera decisa. Questo fattore mi fa pensare non solo ad una band con una grande esperienza dal vivo, ma anche ad una che ha raggiunto un certo livello di affiatamento tra i vari musicisti coinvolti. In generale i Bergrizen non propongono niente di nuovo e questo é un fattore che giá a suo tempo individuai nel loro ultimo lavoro. Peró in questo frangente live i nostri non risultano prolissi come nel lavoro in studio ed anzi il tocco "dal vivo" davvero arricchisce la proposta. Che sia forse questa la chiave di lettura per un prossimo album? É forse possibile che i nostri abbian trovato cosí la loro dimensione ottimale? Se doveste aver voglia di "scoprire" la loro musica, credo quest'opera sarebbe una tra le migliori del caso.
Troverete infatti il meglio che la band ha da proporre in un ambito - quello dal vivo - che da spazio ad interpretazioni leggermente fuori dallo standard dello studio di registrazione. In tutto e per tutto un approccio che ha il suo fascino e che potrebbe risultare un'alternativa dominante per il futuro del genere in combinazione con le odierne possibilitá che la tecnologia ha da apportare alla musica live.

Trovi utile questa opinione? 
11
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Deathrite, ma cosa diamine vi è successo?
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Æthra" i francesi Gorod vanno per l'ennesima volta a segno
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Talento si ma personalità da migliorare per i Plainride
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un live album infuocato per power/heavy metallers Reverence
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debutto discreto per i Bölthorn, anche se ancora troppo derivativo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Per i francesi Geostygma un debut EP di tutto rispetto
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Big Bad Wolf e l'amore per i Motörhead
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Forlorn Seas esordiscono con un buon disco tra post prog e inserti atmosferici
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Punk Rock fin troppo scontato per i Daggerplay
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Demonik pagano la voglia di strafare
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thrash metal melodico e moderno che diventa stucchevole. Non ci siamo cari Enterfire
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla