A+ A A-
 

Dyrnwyn: Si torna a narrare Roma Dyrnwyn: Si torna a narrare Roma

Dyrnwyn: Si torna a narrare Roma

recensioni

gruppo
titolo
Sic Transit Gloria Mundi
etichetta
Sound Age Productions
Anno

01. Sic Transit Gloria Mundi

02. Cerus

03. Parati Ad Impetvm

04. Si Vis Pacem

05. …Para Bellum

06. L’addio Del Primo Re

07. Il Sangue Dei Vinti

08. Feralia

09. Assedio Di Veio CCCXCVI

 

Line-up
Thierry Vaccher: vocals
Alessandro Mancini: guitars
Alberto Marinucci: guitars
Ivan Cenerini: basso
Ivan Coppola: drums
Jenifer Clementi: flute
Michelangelo Iacovella: keyboards

opinioni autore

 
Dyrnwyn: Si torna a narrare Roma 2018-12-18 21:59:37 Gianni Izzo
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Gianni Izzo    18 Dicembre, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

A tre anni dall’Ep “Ad Memoriam”, tornano gli italianissimi Dyrnwyn a narrarci l’intrigante storia dell’antica Roma. Esattamente come in “Ad Memoriam”, i nostri usano l’italiano ed il latino per i loro testi, sapientemente cantati dal nuovo singer Thierry Vaccher che si destreggia tra growling e screaming, e che mantiene quel particolare approccio espressivo e teatrale che avevamo già sentito nel precedente lavoro del gruppo capitolino. Un cantato che sembra una lunga narrazione epica, un continuo declamare che, se in un primo momento sembra un po’ ridondante, in realtà si rivela un’arma vincente per presentare le atmosfere battagliere e marziali, di cui i Dyrnwyn si fanno portavoce. La ricetta della band tra viking e folk metal, si rivela un viaggio epico riuscito, anche se non immediatamente appetibile, visto che di fatto le tracce non sono mai semplici, ma hanno bisogno di più ascolti per essere assimilate per bene. Come in “Ad Memoriam” anche il nuovo lavoro è intriso di efficaci parti orchestrali, che fanno da contrappeso ai momenti più neri e tirati che ci offrono i nostri, il tutto condito dagli ottimi spunti folk ed episodi in pieno stile peplum (vi segnalo ad esempio “Feralia”), che riescono nell'intento di trasportarci direttamente in quell'antico tempo. “Sic Transit Gloria Mundi” è un disco ricco, la band ha smussato qualche asperità un po' macchinosa rispetto al passato, riuscendo a presentare un songwriting complesso ma fluido, e con degli arrangiamenti ben fatti e funzionali alla totalità del lavoro che abbiamo di fronte. Melodia e aggressività si sanno fondere bene, e niente sembra lasciato al caso. La SoundAge Production ci ha visto lungo, i Dyrnwyn hanno messo su uno dei più interessanti lavori in ambito folk-viking, in questo 2018.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Deathrite, ma cosa diamine vi è successo?
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Æthra" i francesi Gorod vanno per l'ennesima volta a segno
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Talento si ma personalità da migliorare per i Plainride
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un live album infuocato per power/heavy metallers Reverence
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debutto discreto per i Bölthorn, anche se ancora troppo derivativo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Per i francesi Geostygma un debut EP di tutto rispetto
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Big Bad Wolf e l'amore per i Motörhead
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Forlorn Seas esordiscono con un buon disco tra post prog e inserti atmosferici
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Punk Rock fin troppo scontato per i Daggerplay
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Demonik pagano la voglia di strafare
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thrash metal melodico e moderno che diventa stucchevole. Non ci siamo cari Enterfire
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla