A+ A A-
 

Fallen Lives, ottimo prog/power dalla Grecia Fallen Lives, ottimo prog/power dalla Grecia

Fallen Lives, ottimo prog/power dalla Grecia

recensioni

titolo
"Architect of grief"
etichetta
Autoproduzione
Anno

 

TRACKLIST

1. Welcome

2. My revenge

3. Sleepless nights

4. Forever

5. Architect of grief

6. Wheel of hate

7. Carnivores

8. P.M

 

 

LINE-UP:

Guitars/Vocals: Christos Manidakis

Drums: Antonis Vafiadis

Bass: Dimitris Dinas

Guitars: Mimis Kanavitsados

opinioni autore

 
Fallen Lives, ottimo prog/power dalla Grecia 2019-01-01 10:59:17 Ninni Cangiano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    01 Gennaio, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Da anni la Grecia è fucina di ottime metal bands, un po’ in tutti i vari sotto-generi, da quelli più estremi ai più melodici. Fra queste, d’ora in avanti andranno annoverati anche i Fallen Lives, originari di Thessaloniki e formatisi nel 2010, con all’attivo già un full-lenght ed un E.P.; si arriva così a dicembre 2018 per il secondo album, intitolato “Architect of grief”, con splendido artwork realizzato da Seth Siro Anthon e registrato ottimamente da Dimitris Douvras, conosciuto per il suo lavoro con i Rotting Christ. Lo stile della band greca è fondamentalmente un prog/power molto elegante e ben suonato, su cui però si innestano parecchie influenze differenti. Echi di Nirvana e del grunge ad esempio in “Forever”, qualcosa di più estremo nel drumming di “Wheel of hate” con diverse parti quasi in blast-beat, qualche momento quasi thrash nella conclusiva “P.M.”, insomma parecchia carne al fuoco. Il rischio in questi casi è di essere poco efficaci, invece i Fallen Lives non si perdono in inutili orpelli e miscelano sapientemente le differenti atmosfere in brani piacevoli da ascoltare, ritmati e frizzanti; forse la sola “Sleepless nights” difetta in tal senso, risultando un po’ troppo lunga e monotona, ma si tratta solo di un piccolo particolare, derivante dalla mia personale eccessiva pignoleria. I quattro musicisti ci sanno davvero fare con i propri strumenti (del resto per questo genere musicale è fondamentale) ed anche la voce di Christos Manidakis, pur essendo migliorabile in espressività nelle parti più melodiche, si incastra molto bene con il sound, specie quando c’è da essere aggressivi. A livello testuale si tratta di un concept album, con riferimenti al brano “The idol” degli W.A.S.P. e tematiche ispirate al mito di Sisifo, figlio di Eolo, con una visione più ottimistica della vita, in cui non bisogna mai arrendersi fino all’ultimo respiro. Sorprende come una band di simile valore sia costretta all’autoproduzione, ma ormai sulla miopia del music business che ci ammorba di immondizie musicali, ignorando la qualità, abbiamo scritto fiumi di parole. “Architect of grief” dei Fallen Lives è un gran disco e, se siete fans del prog/power, suggerisco di non lasciarvelo sfuggire!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Deathrite, ma cosa diamine vi è successo?
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Æthra" i francesi Gorod vanno per l'ennesima volta a segno
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Talento si ma personalità da migliorare per i Plainride
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un live album infuocato per power/heavy metallers Reverence
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debutto discreto per i Bölthorn, anche se ancora troppo derivativo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Per i francesi Geostygma un debut EP di tutto rispetto
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Big Bad Wolf e l'amore per i Motörhead
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Forlorn Seas esordiscono con un buon disco tra post prog e inserti atmosferici
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Punk Rock fin troppo scontato per i Daggerplay
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Demonik pagano la voglia di strafare
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thrash metal melodico e moderno che diventa stucchevole. Non ci siamo cari Enterfire
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla