A+ A A-
 

Draghoria, thrash bello tosto ed arrabbiato Draghoria, thrash bello tosto ed arrabbiato

Draghoria, thrash bello tosto ed arrabbiato

recensioni

gruppo
titolo
"Thrash A.D."
etichetta
Autoproduzione
Anno

 

TRACKLIST:

1.      Dethroned

2.      Taste of the serpent

3.      Thrash A.D.

 

 

LINE-UP:

Ron Carrillo – Guitars

Benjamin Riggs – Vocals

Alex Carrillo - Drums

Ryan Nevins – Guitars

John Colucco – Bass

opinioni autore

 
Draghoria, thrash bello tosto ed arrabbiato 2019-01-05 17:35:50 Ninni Cangiano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    05 Gennaio, 2019
Ultimo aggiornamento: 05 Gennaio, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Se qualcuno pensasse che dietro il nome Draghoria si celasse una band dedita al power metal con tematiche fantasy, rimarrebbe ampiamente deluso; infatti questo gruppo che arriva dal Colorado suona un violentissimo thrash, ricco di groove, tosto e decisamente arrabbiato, con tematiche su ribellione, violenza, anti-religione ecc. Formatisi cinque anni fa, hanno all’attivo un album e due E.P.; oggi parleremo appunto del secondo E.P., “Thrash A.D.”, uscito a settembre 2018 e composto da 3 pezzi. Nessuna concessione alle melodie in questi tre brani, solo e soltanto furioso thrash metal made in USA, forse più ispirato alla scena newyorkese che a quella più classica della Bay Area. Il batterista pesta come un ossesso, con quel classico tupa-tupa che fa triturare le vertebre cervicali in furiosi headbangings. Gli assoli di chitarra non mancano mai, mentre il cantante pelato Benjamin Riggs, sembra uno Steve “Zetro” Souza più arrabbiato. Il disco dura poco più di 12 minuti e 1/2 , ma si arriva alla fine belli sudati ed affannati, come se si fosse corso dietro alla doppia-cassa del batterista, con il collo a pezzi, ma sicuramente soddisfatti per aver dato sfogo alle proprie energie. Indubbiamente i Draghoria non si inventano niente (cosa rarissima del resto nel thrash) e ricalcano quanto fatto da tantissimi prima di loro, resta il fatto che lo sanno fare bene e questi tre brani trasudano thrash al 100%, del resto con un titolo come “Thrash A.D.” non poteva essere diversamente!

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Deathrite, ma cosa diamine vi è successo?
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Æthra" i francesi Gorod vanno per l'ennesima volta a segno
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Talento si ma personalità da migliorare per i Plainride
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un live album infuocato per power/heavy metallers Reverence
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debutto discreto per i Bölthorn, anche se ancora troppo derivativo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Per i francesi Geostygma un debut EP di tutto rispetto
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Big Bad Wolf e l'amore per i Motörhead
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Forlorn Seas esordiscono con un buon disco tra post prog e inserti atmosferici
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Punk Rock fin troppo scontato per i Daggerplay
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Demonik pagano la voglia di strafare
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thrash metal melodico e moderno che diventa stucchevole. Non ci siamo cari Enterfire
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla