A+ A A-
 

Moderni e potenti! Che bel disco per i Sunflower Dead Moderni e potenti! Che bel disco per i Sunflower Dead

Moderni e potenti! Che bel disco per i Sunflower Dead

recensioni

titolo
Coma
etichetta
Combat Records/EMP Label Group (SPV)
Anno

Sunflower Dead is:

Michael Del Pizzo - Vocals, Accordion

Jaboo - Lead Guitar

Jamie Teissere - Guitar (Droid)

Christian Olde Wolbers - Bass (Powerflo, former Fear Factory)

Brian “Brett” Weir - Drums (formerly of Starset)

 

Track listing:

1. Let Me In

2. Victim

3. The Biggest Mistake

4. Through Fire

5. Savior

6. Kept Down

7. Torn In Two

8. Counting All My Failures

9. Turn Away

opinioni autore

 
Moderni e potenti! Che bel disco per i Sunflower Dead 2019-01-07 16:25:03 Federico Orano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Federico Orano    07 Gennaio, 2019
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli americani Sunflower Dead ci propongono un hard rock moderno che si spinge fino al groove ed al modern metal con questo loro secondo lavoro “Coma” (il debutto “It’s Time To Get Weird” è targato 2015).

Nove brani compatti, potenti e dal sound accattivante come dimostra la potente opener ”Let Me In” o la più melodica e alternativa “Victim”, che potrebbe far felici i fans di AlterBridge ma anche dei Korn più commerciali soprattutto per gli arrangiamenti elettronici. Il singer Michael Del Pizzo, di chiare origini italiane, cambia registro tra un cantato pulito e inserti growl, ma sempre tenendo alta la componente melodica. Certo le sorprese sono poche durante l'ascolto di questo lavoro, ma è lampante che la band abbia ottime carte da giocarsi e ci sappia fare sul serio anche grazie ad una produzione pulita e potente che esalta il sound targato Sunflower Dead. Riffoni pesanti accompagnano le sonorità moderne di “Savior”, con una voce filtrata di chiara ispirazione Korn. Convince appieno la malinconica “Torn In Two”, con un tocco alla Evergrey, mentre la più radiofonica “ Turn Away” chiude il disco con un elevato tasso melodico.

“Coma” fa pieno centro; se siete fans di queste sonorità moderne, alternative ma comunque molto melodiche, dovreste rimediare al più presto se i Sunflower Dead non fanno ancora parte della vostra discografia!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Deathrite, ma cosa diamine vi è successo?
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Æthra" i francesi Gorod vanno per l'ennesima volta a segno
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Talento si ma personalità da migliorare per i Plainride
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un live album infuocato per power/heavy metallers Reverence
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debutto discreto per i Bölthorn, anche se ancora troppo derivativo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Per i francesi Geostygma un debut EP di tutto rispetto
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Big Bad Wolf e l'amore per i Motörhead
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Forlorn Seas esordiscono con un buon disco tra post prog e inserti atmosferici
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Punk Rock fin troppo scontato per i Daggerplay
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Demonik pagano la voglia di strafare
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thrash metal melodico e moderno che diventa stucchevole. Non ci siamo cari Enterfire
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla