A+ A A-
 

Ennesima prova degna di nota per i nostri Gory Blister Ennesima prova degna di nota per i nostri Gory Blister Hot

Ennesima prova degna di nota per i nostri Gory Blister

recensioni

titolo
1991.Bloodstained
etichetta
Mighty Music
Anno

PROVENIENZA: Italia 

GENERE: Technical Death Metal 

FFO: Death, Anata, Pestilence, Neuraxis 

LINE UP: 
Paolo "John St. John" Quaglia - vocals 
Raff Sangiorgio - guitars 
Fabiano Andreacchio - bass 
Joe La Viola - drums 

TRACKLIST: 
1. Trails of Lies [02:48] 
2. 1991 Blood Stained [03:16] 
3. Mutable Past [03:35] 
4. Anthropocene [02:41] 
5. No Shadow [03:32] 
6. The Frailty of Life [03:33] 
7. Mother [02:10] 
8. My Insanity [05:24] 
9. The Last Call [03:34] 
10. Damage LNC. [04:52] 

Running time: 35:25 

opinioni autore

 
Ennesima prova degna di nota per i nostri Gory Blister 2019-01-07 20:56:42 Daniele Ogre
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    07 Gennaio, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Viaggiano giorno dopop giorno verso i 30 anni di carriera - 27 ad oggi - i Gory Blister, Technical Death band nostrana che con "1991.Bloodstained" arriva alla pubblicazione del sesto album, a quattro anni di distanza da "The Fifth Fury". E' cambiato il bassisa nel frattempo, con Fabiano Andreacchio al posto di Emi Dattolo, ma ciò che non è cambiato è lo stile dei Gory Blister, da sempre legato soprattutto a gruppi come Death - di cui i nostri sono una risposta tutta italiana - e Pestilence; è un sound dunque estremamente tecnico quello che i Gory Blister ci offrono come sempre, pur non rinunciando ad un impatto duro come granito e ad un buon gusto per riff melodici che ben s'incastrano con tutto il resto. A tal proposito, ispiratissima è la prova del chitarrista Raff Sangiorgio, vero MVP di quest'album, senza nulla togliere agli altri musicisti: è anzi una prova sugli scudi quella dei Gory Blister in questa loro sesta fatica, basti vedere la buonissima prova di Paolo "John St. John" dietro al microfono e quella ancor più ottimale del founding member Joe La Viola dietro le pelli - impressionante in questo senso le sfuriate di "Mutable Past" e come guida la band in "The Frailty of Life" -. Folgorati dai Death del medio periodo, insomma, i Gory Blister trovano la loro ricetta vincente assimilando alla perfezione gli insegnamenti del Chuck Schuldiner dei tempi, unendoci soluzioni più moderne in un incastro che funziona alla perfezione.
E' un lavoro che si guadagna agevolmente la promozione questo "1991.Bloodstained" dei Gory Blister; un disco che si rivela essere anche di poco superiore al precedente lavoro, segno che nonostante la band italiana abbia ormai trovato da tempo la propria quadratura del cerchio non ha ancora alcuna intenzione di sedersi sugli allori.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Ancient Winter, un album per mille ricordi.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stargazery, ristampa del loro bellissimo debutto di neoclassic power metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'esordio degli Alcotopia lascia solo intravedere buone potenzialità
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un esordio con i controfiocchi per i Reternity
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nusquama - Horizon ontheemt
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ruler, una vera e propria bomba heavy metal!!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Imago Imperii, una promettente band italiana
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Metal molto tecnico e complesso in questo secondo album degli americani The Odious
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Esordio dei Voldt: appassionati di tecnica fatevi avanti!!!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nuovi esponenti del metal cantato in italiano: debutto per gli Arioma!
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Opeth ed Agalloch (e non solo) s'incontrano nel grandioso operato degli Atlas Entity
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dispnea, black depressivo da Napoli, un grande inizio!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla