A+ A A-
 

I DEVIL WITHIN DA BERGAMO FANNO CENTRO! I DEVIL WITHIN DA BERGAMO FANNO CENTRO! Hot

I DEVIL WITHIN DA BERGAMO FANNO CENTRO!

recensioni

titolo
Not Yet
etichetta
Autoproduzione
Anno

BAND

Michele Mangili

Leonardo Rigamonti

Nicolas Amboni

Dylan Stucchi

 

TRACKLIST

1 So Close

2 Unknown

3 Prices Of Ideologies

4 Flat Fleet

5 Hellcome

opinioni autore

 
I DEVIL WITHIN DA BERGAMO FANNO CENTRO! 2019-01-26 09:53:30 Francesco Noli
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Francesco Noli    26 Gennaio, 2019
Ultimo aggiornamento: 26 Gennaio, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Da Bergamo arrivano questi Devil Within che fanno il loro esordio con questo gradevolissimo E.P. autoprodotto intitolato "Not Yet", composto da 5 pezzi interessantissimi, sia per quanto concerne la parte strumentale, che quella narrativa, ma andiamo con ordine. Figli della nuova generazione, ma con il rispetto e l'attenzione al passato, i nostri producono questo lavoro dalla produzione (sembra volutamente) un po' scarna che non difetta assolutamente ma, anzi, per paradosso, è proprio questa particolarità che porge una marcia in più ai 4 lombardi: un mix tra vecchio (Irons, Megadeth) e moderno, senza risultare pacchiano o comune. Per esempio, "Hellcome" alterna fraseggi melodici misti a ritmiche più dure, con un buon lavoro di sezioni ritmiche, che viene impreziosito dalla voce che risulta personale e avvincente, pulita ma che, a tratti, si fa acida e maligna. "Flat Feet" ci sorprende per la sua dinamica in 4/4 con una batteria nervosa, scarna e una ritmica selvaggia tra Thrash ed Heavy Metal duro e puro, dove la linea vocale efficace e melodica si stampa in testa al primo ascolto con un assolo chiaro e armonico. La voce è particolare e modulata stupendamente nelle altre tracce, in particolare su "Unknown", piccolo gioiellino di questo E.P. con ritmiche stoppate e legati azzeccati con stacchi e rallentamenti come il genere richiede, i quali cesellano il pezzo rendendolo appetibile e curioso. Certo ci si può sempre migliorare e anzi, si deve migliorare là dove qualche passaggio sembra più ingenuo, ma tutto il cd si fa ascoltare con stupore, fa divertire e può essere apprezzato sia da chi è avvezzo a sonorità più dure, sia da coloro che cercano la melodia nelle canzoni. Non bisogna poi dimenticare che "Not Yet" è pur sempre un debutto che implica sempre rischi e difficoltà, dovute a svariati motivi, ma che i nostri cavalcano alla grande. Un voto in più per i testi e le tematiche mai banali, che trattano anche temi molto profondi quali i bambini/soldato usati nelle guerre, oppure la dipendenza dalla tecnologia, piaga costante e in aumento dei giorni nostri. Promossi a pieni a voti dunque e dischetto veramente consigliato a tutti che sono convinto non vi deluderà; includo anche le mie scuse personali a tutto il gruppo per il ritardo con cui pubblico questa recensione, per cause indipendenti dalla mia volontà! Avanti cosi Devil Within!!!!

Francesco Noli

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

E' convincente il debutto dei francesi Dreamslave
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Twilight Force sono pronti a superare i loro maestri
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Holeum, Allaroundmetal recensisce in anteprima il nuovo disco della band spagnola!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Aor di gran classe marchiato a fuoco da Jimi Anderson
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccoli passettini avanti per i melodic rockers svedesi Rockett Love
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Live in japan dei Riot V è uno di quei live capaci di trasmettere emozioni rare
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

C'è molto da lavorare per i Rot Schimmel
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep di debutto per The Last Martyr, band australiana che suona un post hardcore melodico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Culloden ed una proposta anacronistica
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Infrared compiono qualche passo avanti
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla