A+ A A-
 

Einherjer: Un nuovo buon episodio per gli alfieri del viking metal Einherjer: Un nuovo buon episodio per gli alfieri del viking metal

Einherjer: Un nuovo buon episodio per gli alfieri del viking metal

recensioni

gruppo
titolo
Norrøne Spor
etichetta
Indie Recordings
Anno

01. The Spirit Of A Thousand Years

02. Mine Våpen Mine Ord

03. Fra Konge Te Narr

04. Kill The Flame

05. Mot Vest

06. Spre Vingene

07. The Blood Song

08. Døden Tar Ingen Fangar

09. Tapt Uskyld

10. Av Djupare Røtter

11. Deaf Forever (Motorhead Cover)


Line Up: 


Gerhard Soresund: Drums - Keyboards

Frode Glesnes: Vocals - Bass

Aksel Herloe: Guitars

Ole Sonstabo: Guitars

 

opinioni autore

 
Einherjer: Un nuovo buon episodio per gli alfieri del viking metal 2019-02-05 22:34:11 Gianni Izzo
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Gianni Izzo    05 Febbraio, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

A due anni dalla celebrativa ri-registrazione per il ventennio di “Dragons Of The North”, ed a quattro anni dall'ultimo album di inediti “Av Oss, For Ass”, tornano gli Einherjer con il nuovo “Norrøne Spor”. Blackster norvegesi, pionieri del viking metal, lontani da cori solenni o orchestrazioni, il loro approccio rimane molto classico, primitivo, glaciale. Gli Einherjer insomma suonano esattamente ciò con cui si son fatti un nome nella scena del metal estremo, senza concessioni a chissà quale volere di mercato, andando contro l'affollato mercato dell'odierno viking metal, dove ormai tutti in qualche modo vanno sempre a caccia di riff catchy e refrain ariosi. Non gli Einherjer, che si tengono fuori, riproponendo la loro visione, si epica, ma sempre oscura e fredda del sound nordico.

Brani come “Mine Våpen Mine Ord”, o “Fra Konge Te Narr” e soprattutto “Mot Vest” racchiudono l’essenza e la miglior vetrina del sound della band norvegese, nel martellante e asettico battito della batteria e nel minimalismo dei fraseggi chitarristici che accompagnano la maligna voce di Glesnes, canzoni che puntualmente sanno però esplodere in ispirati e melodiosi assoli, che fungono da luce nelle tenebre, e che ci regalano anche delle buonissime varianti durante i refrain che alleggeriscono la nera inquietudine delle strofe.

Non tutto fila liscio, l’opener si regge su un riff tremendamente adolescenziale e sempliciotto, che sembra quasi rubato a qualche gruppetto punk prima che intervenga lo screaming del cantante. Anche “Kill The Flame” non brilla più di tanto, tradisce l’amore per il thrash metal dei nostri, ma non convince a fondo.
Per il resto parliamo di un buon album, che non aggiunge molto alla carriera degli Einherjer, se non un altro capitolo positivo per quanto a tratti un po’ altalenante, con un interessante tributo ai Motorhead sul finale con la cover “Deaf Forever”.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Il secondo disco dei Thornbridge è davvero notevole
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Accept: terrore sinfonico on stage
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Suidakra propongono un album Celtic acustico lontano dalla loro discografia.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
TrollfesT: I folk-troll norvegesi tornano con una nuova esplosiva miscela di stili
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Halcyon Way: la band di Atlanta di nuovo alla carica
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Gli Ancient Bards ed il secondo capitolo della "Black crystal sword saga"
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sesto album dei Belladonna, come sempre molto eleganti
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un'onesta uscita questo terzo disco dei bielorussi Vistery
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Troppo breve il demo dei Tensor per poterne dare un giudizio completo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vandor, un debutto ancora alquanto acerbo
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla