A+ A A-
 

Un debutto poco convincente per i Northrough Un debutto poco convincente per i Northrough

Un debutto poco convincente per i Northrough

recensioni

titolo
The Last Warrior
etichetta
Narcoleptica Productions
Anno

PROVENIENZA: Italia
GENERE: Viking Metal/Melodic Death Metal
LINE UP: dAsSIBERaN (Andrea Bassi) - All Instruments/ Vocals and Programming
TRACKLIST:
1. From The Woods
2. Cold Endless Nights
3. Symphony Of Doom
4. Demons
5. Ballad Of Brom - Chapter 1
6. Sacrifice
7. Northern Sea
8. Ballad Of Brom - Chapter 2
9. Altar Of Ancient Gods
10. Northrough
11. Away Fom Here

opinioni autore

 
Un debutto poco convincente per i Northrough 2019-02-09 11:28:00 Marianna
voto 
 
2.5
Opinione inserita da Marianna    09 Febbraio, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

The Last Warrior è il debut album della one man band Northrough (nella persona di Andrea Bassi); egli si è occupato della registrazione di tutti gli strumenti sotto lo pseudonimo Dassiberan.
L'album ruota attorno alle vicende di Brom, re vichingo, in perenne lotta contro i demoni Draugr e Ghoul; per poterli sconfiggere, sarà costretto a compiere un sacrificio umano che lo condannerà a morte. In accordo con il Dio Loki, vivrà in esilio sul suo drakkar come pescatore, alla continua ricerca di avventure che gli restituiscano l'onore perduto agli occhi degli Dei. Brom, naufragato su un'isola, incontra i mostri che tormentavano il suo regno e sarà costretto a duellarvi in un'aspra battaglia.

The Last Warrior è un lavoro ancora molto acerbo e lo di capisce fin dalla prima traccia che, a mio avviso, sembra interrompersi in malo modo, quasi come se fosse stata tagliata. Gli spunti per un buon lavoro ci sono, l'intro sopra citata ne è infatti un esempio, ma non sembrano ben sfruttati o portati a termine. La registrazione è abbastanza “grezza” e di una qualità a volte quasi “scadente” per ciò che dovrebbe presentarsi come il “biglietto da visita” dell'artista; perché non investire di più affidandosi a qualcuno più competente?. Come detto in precedenza, le parti “apprezzabili” ci sono, ma risultano poco curate, esempio: il ritornello di “Demons”in cui, il“gioco di voci”, appare come un'azzeccatissima idea di intreccio growl e pulito, ma poco curato e per nulla coinvolgente.
A seguire troviamo “Ballad Of Brom – Chapter 1” i cui suoni di batteria iniziale sono davvero scadenti, quasi pessimi, registrati in modo da “principiante” mentre (per fortuna!), gli attimi più “ballad” e strumentali, lasciano stupiti; un pezzo a tratti malinconico che esprime a fondo il tormento del personaggio principale della storia. “Northern Sea” forse è uno dei due brani (l'altro è “Altar Of Ancient Gods” ndr.) che “si salva” all'interno di tutto l'album, quello che merita a pieno la sufficienza per l'ottima commistione di parti strumentali di ampio respiro, con un growl “grezzo” ma ben riuscito; esso rende pieno l'idea del lungo peregrinare di Brom. Proseguendo l'ascolto troviamo il secondo capitolo di “Ballad Of Brom”; sebbene l'inizio ci faccia auspicare ad un pezzo nettamente migliore del primo, purtroppo ben presto emergono le “pecche” evidenziate in precedenza. La voce spesso prende il sopravvento sulla linea melodica, passando rapidamente dal growl “malato” e sofferto, ad un cantato pseudo e vagamente Metalcore (forse usato per dare “ritmo” ad un pezzo così “pesante” ndr.), che nulla a che fare con il genere fino ad ora seguito. “Altar of Ancient Gods”, come detto in precedenza, è la seconda tracks che spicca tra le altre, forse l'unica che va ben oltre la mera sufficienza, probabilmente perché totalmente strumentale, semplice e non “inquinata” da un cantato da migliorare.

In conclusione, The Last Warrior si presenta come un full-lenght troppo immaturo, acerbo e, a tratti, poco curato; un “biglietto da visita” che andava maggiormente curato. Sebbene l'influenza del genere Viking-Metal sia molto evidente ed abbastanza coinvolgente, probabilmente sarebbe stata una buona mossa per lo “spirito” dell'album e del tema trattato, porvi più attenzione. Andrea Bassi ha avuto una buona idea di partenza ed un grande spirito di iniziativa, ma forse doveva (e poteva) avvalersi di collaborazioni esterne per portare avanti il suo progetto; sia per la registrazione che per le parti di batteria, notiamo grandi lacune. Altro punto dolente riguarda la voce, in particolare per i toni in growl, che andrebbero perfezionati dal punto di vista delle competenze di studio e pratica; perché “azzardare” così? Capiamo la sperimentazione ma ciò non giova al proprio lavoro.
The Last Warrior è un album poco rifinito e da migliorare sotto molti punti di vista.
Ci auspichiamo che il progetto Northrough si indirizzi verso un miglioramento generale; le “basi” ci sono, necessitano di approfondimento e perfezionamento.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un disco semplicemente perfetto per i Qantice
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Enforcer realizzano un disco che rompe con il passato
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Axenstar proseguono imperterriti sulla loro strada
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un viaggio fatto di luci ed ombre interiori con i Superlynx
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dal freddo della Siberia ritornano i Last Wail
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una mazzata su i denti firmata Violentor
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Winter Owl si presentano con questo bell'ep d'esordio.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dal freddo Minnesota il Doom/Death melodico di scuola finnica dei Cold Colours
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli americani Oculum Dei peccano purtroppo in personalità
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La rabbiosa denuncia socio-politica di Anthony Kaoteon con il suo progetto Death Tribe
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un inizio promettente per gli SkyEye
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
West Of Hell: né carne, né pesce
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla