A+ A A-
 

Tales Of The Old: una nuova band dalla Grecia Tales Of The Old: una nuova band dalla Grecia Hot

Tales Of The Old: una nuova band dalla Grecia

recensioni

titolo
“The Passageway From Hell To Earth”
etichetta
autoprodotto
Anno

 

Track-list:

01. Dark witch

02. Vlad’s return

03. Call of eternity

 

 

Line Up:

Vassilis Papadimitriou: Vocals

Michael Tzanakis: All keyboards

Steve Mihalenas: Guitars

John Kats: Bass

John Prodromou: Drums

opinioni autore

 
Tales Of The Old: una nuova band dalla Grecia 2013-02-16 10:12:06 Ninni Cangiano
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    16 Febbraio, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Tales Of The Old sono una band di Atene (Grecia), fondata nel 2010 dal tastierista e compositore Michael Tzanakis. Dopo un demo, venuto alla luce nello stesso anno, la band greca ha intrapreso una collaborazione con l’esperto Bob Katsionis (Firewind) che ha prodotto questo lavoro, intitolato “The Passageway From Hell To Earth”, uscito inizialmente solo in formato digitale nel 2012 (ma ora disponibile anche in digipack, tra l’altro, ad un prezzo interessantissimo sul sito della band), composto purtroppo da soli 3 pezzi. L’amore per bands come Nightwish e Therion da parte del compositore è molto evidente sin dalle prime note, dato che il sound è un metal sinfonico dalle tinte oscure ed alquanto gothicheggianti, con la splendida voce da soprano dell’ospite Androniki Skoula (dei Chaostar) a duettare sapientemente con il singer Vassilis Papadimitriou che, ad essere sinceri, passa quasi in secondo piano ad un ruolo da comprimario (e, parliamoci chiaro, da quello che si sente, non parrebbe sia un vocalist eccezionale!). Già il primo brano “Dark witch” si segnala per un’atmosfera alquanto orrorifica, esaltata sicuramente dalla presenza di un coro di bambini; è comunque con “Vlad’s return” che i Tales Of The Old dispiegano tutta la loro capacità, in un brano decisamente interessante e ricco di atmosfere differenti, sempre con la soprano in grande evidenza. L’E.P. si chiude con “Call of eternity”, pezzo finale che conferma quanto di buono messo in mostra dalla band suggellando, con le sue atmosfere oscure, un lavoro che lascia presagire ampi margini di miglioramento ed un buon talento da parte dei vari musicisti. Forse potremmo parlare di originalità che non è molto presente ma, puntando proprio su uno stile tendente all’orrorifico (i Daemonia potrebbero essere presi ad esempio) e reclutando definitivamente nella formazione la soprano predetta (ad essere onesti, il buon Vassilis Papadimitriou non mi ha impressionato molto favorevolmente), credo che anche i Tales Of The Old possano presto aspirare ad un contratto discografico che li possa far conoscere in giro.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I Rhapsody Of Fire tornano a fare sul serio
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il progetto Avantasia si conferma come assoluto fuoriclasse
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Steel Shock suonano un piacevole epic metal
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Gli Ancient Bards ed il secondo capitolo della "Black crystal sword saga"
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sesto album dei Belladonna, come sempre molto eleganti
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un'onesta uscita questo terzo disco dei bielorussi Vistery
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Troppo breve il demo dei Tensor per poterne dare un giudizio completo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vandor, un debutto ancora alquanto acerbo
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla