A+ A A-
 

Debutto con i fiocchi per i canadesi Backstabber Debutto con i fiocchi per i canadesi Backstabber Hot

Debutto con i fiocchi per i canadesi Backstabber

recensioni

titolo
Conspiracy Theorist
Anno

Tracklist:

  • Inaugural Address
  • Whistle Blower
  • No Privacy
  • Subterranean
  • Ink Spill
  • The Hum
  • My Disclosure
  • Geo Engineering
  • Banksters
  • Conspiracy Theorist
Line-Up:
  • CHRISTIAN MONGRAIN THÉRIAULT - Guitar & Vocals
  • ÉRIC SÉGUIN - Bass
  • PATRICK GAGNÉ - Drums

opinioni autore

 
Debutto con i fiocchi per i canadesi Backstabber 2019-03-21 15:09:51 Luigi Macera Mascitelli
voto 
 
5.0
Opinione inserita da Luigi Macera Mascitelli    21 Marzo, 2019
Ultimo aggiornamento: 21 Marzo, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Death/thrash a badilate per una mezz'ora di pura carneficina: ecco a voi "Conspiracy Theorist", l'album di debutto dei canadesi Backstabber ed una delle migliori uscite dell'anno in ambito underground.
La recensione potrebbe tranquillamente finire qui perché non c'è altro da dire se non che questi tre ragazzi hanno tirato fuori un album della madonna (concedetemi tale licenza) completamente votato al death europeo, in particolar modo ai nostrani Coffin Birth e Hour Of Penance, e al thrash cafone ed irriverente di stampo teutonico. Il risultato? Un tritacarne composto da sette tracce, una più malata e cafona dell'altra, che vi faranno schizzare fuori il cervello dalle orecchie.
Una sola chitarra ed un muro sonoro fuori dal comune, lavoro dietro le pelli impeccabile da far impallidire batteristi ben più affermati e un groove che fa aumentare esponenzialmente la cattiveria e la pesantezza del lavoro. Il tutto coronato dal growl disumano, potente e distruttivo di Christian. Cosa chiedere di più?! Semplicità allo stato puro senza fronzoli o ghirigori di abbellimento: qui si mena e basta e chi non è pronto si becca un cazzotto in faccia senza se e senza ma!
Prima di concludere questa brevissima recensione (credetemi se vi dico che non c'è altro da aggiungere), è doveroso segnalarvi l'ultima ed omonima traccia "Conspiracy Theorist": ballad di una bellezza rara da far venire la pelle d'oca. Quasi cinque minuti di pura estasi solo strumentale in cui la chitarra acquista voce propria ed il basso in sottofondo ci regala dei fraseggi davvero notevoli. Una leggiadra danza dopo essere stati picchiati a dovere nelle precedenti tracce.
Cinque stelle più che meritate ed i personali complimenti del recensore. Good job guys!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Heat Of Damage non convincono
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un disco eterogeneo ma interessante per i Black Sites
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo album per gli Embludgeonment ed il loro Brutal Death estremamente canonico
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Allegaeon tornano con un album semplicemente privo di difetti
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Winter Owl si presentano con questo bell'ep d'esordio.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dal freddo Minnesota il Doom/Death melodico di scuola finnica dei Cold Colours
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli americani Oculum Dei peccano purtroppo in personalità
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La rabbiosa denuncia socio-politica di Anthony Kaoteon con il suo progetto Death Tribe
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un inizio promettente per gli SkyEye
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
West Of Hell: né carne, né pesce
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla