A+ A A-
 

Un viaggio fatto di luci ed ombre interiori con i Superlynx Un viaggio fatto di luci ed ombre interiori con i Superlynx Hot

Un viaggio fatto di luci ed ombre interiori con i Superlynx

recensioni

gruppo
titolo
New Moon
etichetta
Dark Essence Records
Anno

PROVENIENZA: Norvegia

GENERE: Doom/Stoner/Psych/Sludge

LINE UP:

Pia Isaksen - Voce/Basso
Daniel Bakken - Chitarra
Ole Teigen  - Voce/ Batteria

TRACKLIST:

1. Hex
2. Breath
3. Becoming The Sea
4. New Moon
5. Indian Summer
6. These Children That Come At Us Whit Knives
7. Scarecrow
8. Cold Black Sea
9. The Groove
10. The Thickest Night

opinioni autore

 
Un viaggio fatto di luci ed ombre interiori con i Superlynx 2019-04-22 17:57:17 Marianna
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Marianna    22 Aprile, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Superlynx sono una band norvegese nata nel 2013 e con all'attivo già un buon disco d'esordio (LVX ndr.). Tornano sulla scena con un nuovo album, uscito il 15 Marzo del 2019: un prodotto davvero interessante e di nicchia.

A volte capita di recensire del materiale inaspettato, al di fuori del proprio “gusto musicale” ma che già dal primo ascolto, si rivela intrigante. Nel mio caso così è stato con New Moon dei Superlynx, band che non conoscevo ma che da oggi seguirò con maggiore attenzione. Dieci canzoni intrinseche di un forte senso di ritualità e spiritualità, infatti, la musica è essa stessa vista come pratica rituale e spazio per il “tempio interiore” di ogni membro. Ciò dimostra come i componimenti siano (anche) influenzati da una matrice profondamente personale, impreziosendo ancor di più questo album ed allontanando dal solito “prodotto” in circolazione. A riprova di quanto abbiamo detto poc'anzi, trova conferma già nell'ascolto del primo brano: “Hex”, usato anche come singolo di presentazione di New Moon. Si percepisce un'atmosfera cupa, quasi di aria rarefatta in cui il tempo viene scandito dalla profonda voce di Pia Isaksen. Essa è sia vocalist che bassista del gruppo, riuscendo a pieno nel perfetto connubio di cantato e basso, imprimendo un forte senso di mistero e “viaggio multisensoriale” in chi ascolta. Sicuramente Doom e Stoner risultano funzionali alle tematiche scelte dai Nostri, ovvero: l'elaborazione dei tempi difficili, abbracciando, facendo proprie e superando le difficoltà. “Becoming The Sea” e la title-track “New Moon”, ben rappresentano tali obiettivi; nella prima colpisce l'accelerazione melodica posta sul finale, un colpo di coda al “tormento” interiore del resto del brano. La seconda, invece, presenta un inizio mesto, dal cantato che quasi “culla” l'ascoltatore; esso viene interrotto da una parte instrumental, dove protagonista è la sferzante chitarra. Una delle mie canzoni preferite di questo disco è: “The Groove”, il cui ritornello affidato ad una voce maschile esasperata e tormentata, accompagnata da musica della medesima irrequietudine.

New Moon è un disco dal “sapore” prettamente autunnale, da ascoltare nei nuvolosi pomeriggi domenicali, magari sorseggiando un buon tè caldo. Questa sensazione di pace e di connessioni con la natura è proprio ciò che la band vuole trasmettere attraverso il proprio lavoro lo stesso titolo è emblema di ciò. Il trio norvegese invita l'ascoltatore in una sorta di “percorso interiore” mediante le canzoni, portando ai suoi occhi questo dualismo “luce-oscurità” e rendendolo tangibile attraverso la musica. New Moon parla dell'affrontare, superare e “conquistare” le proprie difficoltà, verso un nuovo inizio ed, appunto, una nuova luce; essa si fa ancora più forte e “necessaria” dopo periodi burrascosi. La melodia che accompagna l'uditore è profonda, ricercata, meditativa e capace di connetterlo con la Natura e l'universo stesso; un Doom così “raffinato” e non adatto a tutti. Da menzionare anche lo splendido artwork, dove in primo piano troviamo un volto femminile che sembra ripreso da una vecchia fotografia del 900. Una copertina intrinseca di fascino, misticismo e “magia”; così semplice ma anche così complessa.
I Superlynx propongo un album spirituale, concettuale e “per pochi”, la cui musica sembra adattarsi ad un periodo particolare della vita di ognuno. Esso sicuramente risulta non facile al primo ascolto, necessitando di più riprese per poterlo “metabolizzare” ed apprezzare, ma non lascerà delusi gli amanti del genere.
Il sound porta in sé le molteplici sfumature di luci ed ombre, ben espressa attraverso la splendida voce di Pia Isaksen, in un sensazionale percorso emotivo.
Una band da tenere in considerazione e seguire con grande attenzione.
Consiglio New Moon alle persone introverse, cupe e criptiche, ma anche a quelle che ricercano la propria “luce” dopo un periodo fatto di ombre e tormenti.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Il primo disco degli Hatriot senza Steve "Zetro" Souza
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Russia i Deva Obida, malinconici e melodici
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
E' convincente il debutto dei francesi Dreamslave
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Twilight Force sono pronti a superare i loro maestri
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Holeum, Allaroundmetal recensisce in anteprima il nuovo disco della band spagnola!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

C'è molto da lavorare per i Rot Schimmel
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep di debutto per The Last Martyr, band australiana che suona un post hardcore melodico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Culloden ed una proposta anacronistica
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Infrared compiono qualche passo avanti
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla