A+ A A-
 

Buone potenzialità nel debutto dei danesi Ironguard Buone potenzialità nel debutto dei danesi Ironguard Hot

Buone potenzialità nel debutto dei danesi Ironguard

recensioni

gruppo
titolo
"Towards victory"
etichetta
Heathen Tribes
Anno

 

TRACKLIST:

1. Desertion

2. A second sun

3. Strangers in hell

4. Free again

5. Wild fire pride

6. Sentenced

7. Heroic return

8. Tyrant of war

9. Storm the walls

10. Towards victory

 

 

LINE-UP:

René Lund – Drums

Mads Medom PapsøLaursen – Guitars, backing vocals

Søren Løngsø Rosendahl – Bass, backing vocals

Jeppe Campradt - Guitars

Andreas Bigom - Vocals

opinioni autore

 
Buone potenzialità nel debutto dei danesi Ironguard 2019-05-20 17:11:30 Ninni Cangiano
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    20 Mag, 2019
Ultimo aggiornamento: 20 Mag, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Ironguard arrivano dalla Danimarca e sono in attività addirittura dal 2008; solo in questi giorni però sono riusciti a rilasciare il loro debut album, intitolato “Towards victory”. Il sound della band danese è un piacevole power/heavy metal, fortemente influenzato dalla scena scandinava di gente come Stratovarius, Hammerfall & C.; se quindi qualcuno di voi stesse cercando qualcosa di originale o innovativo, sappia da subito che questo non è il disco adatto. Ho però il dubbio che gli Ironguard non avessero come obiettivo quello di risultare originali o innovativi; mi pare invece che loro suonino solo e soltanto per l’amore verso questo genere di sonorità che ha scritto pagine di storia del metal, tra gli anni ’90 ed il primo decennio del nuovo secolo. I nostri, quindi, giungono un pochino in ritardo rispetto al trend ma, come ho spesso sottolineato nelle mie recensioni, mi importa davvero poco dell’originalità, se quello che ascolto mi piace e mi coinvolge. E, per essere sinceri, questo disco avrebbe tutte le qualità per essere coinvolgente se non avesse due gravi difetti. In primis la produzione è alquanto deficitaria, con una registrazione abbastanza “ovattata” che poteva andar bene un quarto di secolo fa, ma nel 2019 diventa difficile da accettare, specie se penalizza alcuni strumenti (tipo la batteria) che sono invece fondamentali in questo genere di musica. Il secondo problema sta nella voce del cantante; per il power metal serve una voce squillante, potente ed espressiva, caratteristiche che non mi sembra siano annoverate tra le qualità di questo singer; oltretutto, la voce è anche registrata ad un volume troppo superiore rispetto agli strumenti che vengono così messi troppo in secondo piano. Oltre quindi ad avere un cantato non proprio esaltante o convincente, lo troviamo pure troppo in risalto. Ed è un peccato, perchè musicalmente parlando gli Ironguard riescono anche ad essere più che convincenti ("Sentenced", ad esempio, sarebbe una splendida ballad!); il loro power dai riflessi heavy sa essere coinvolgente e si lascerebbe anche ascoltare piacevolmente, se la registrazione fosse migliore. Le potenzialità non mancano a questa band, ma servirà migliorare notevolmente la qualità della registrazione e magari trovare un singer più capace; le basi di partenza sono buone, ma per adesso questo “Towards victory” non può superare la sufficienza.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Serenity, ancora un ottimo lavoro
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dai tedeschi Abythic un lavoro per gli amanti dell'old school Death finnico
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Witch Vomit: una band che unisce benissimo US e Swedish Death della vecchia scuola
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Riesce a destare un discreto interesse il debut album dei greci Plague
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Continua il processo evolutivo dei francesi Necrowretch
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Se vi piacciono i Macabre, non potete perdervi i canadesi Tales of the Tomb
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un EP tutto sommato soddisfacente per i tech-death metallers canadesi Moosifix
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Myrholt, un disco dispersivo che avrebbe potuto dare molto di piú.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Myrholt, le uscite che non servono..
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il quarto capitolo delle raccolte dei Mesmerize
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Fallen: Un metal vecchio stampo purtroppo poco convincente
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla