A+ A A-
 

Un approccio diretto ed un'attitudine sfrontata sono la ricetta perfetta dei Goregäng Un approccio diretto ed un'attitudine sfrontata sono la ricetta perfetta dei Goregäng

Un approccio diretto ed un'attitudine sfrontata sono la ricetta perfetta dei Goregäng

recensioni

gruppo
titolo
Neon Graves
etichetta
Transcending Obscurity Records
Anno

PROVENIENZA: U.S.A. 

GENERE: Death Metal/Crust 

FFO: Ribspreader, Autopsy, Insect Warfare, Wombbath, Paganizer 

LINE UP: 
Jeramie Kling - vocals, guitars 
Taylor Nordberg - drums 

TRACKLIST: 
1. A Cavity in Reality [01:36] 
2. False Flags [02:03] 
3. Cathedral of Chemicals [02:23] 
4. Silence is Consent [01:38] 
5. Spray of Teeth [02:22] 
6. Feeble-minded Rash [03:41] 
7. Neon Graves [02:47] 
8. Plague of Hammers [03:34] 
9. Goregäng [02:47] 
10. Weightless Sentinels [02:11] 
11. Putrid Judgement [03:54] 
12. This Era of human [04:33] 

Running time: 34:08 

opinioni autore

 
Un approccio diretto ed un'attitudine sfrontata sono la ricetta perfetta dei Goregäng 2019-05-24 17:17:50 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    24 Mag, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Debut album per gli statunitensi Goregäng, duo formato dagli ex-Wombbath Jeramie Kling e Taylor Nordberg. Prodotto da Transcending Obscurity Records (etichetta che sta diventando sempre più una garanzia quando si tratta di old school estremo), "Neon Graves" può essere riassunto semplicemente con: una singola mazzata di poco più di mezz'ora! Tra Death old school (US quanto Swedish), Grind ed una spiccatissima attitudine Crust/Punk, i Goregäng filano dritti per la propria strada con una serie di pezzi in cui riescono a far confluire senza problemi le varie influenze: il Death svedese di Ribspreader e, ovviamente, Wombbath, i marci rallentamenti à la Autopsy, sfuriate Grind/Crust in stile Insect Warfare... tutto questo grazie ad un buon lavoro di scrittura porta ad un ascolto fluido del (rapido) disco; complice una durata dei brani mediamente bassa, infatti, "Neon Graves" riesce ad essere uno di quegli album che s'ascolta tutto d'un fiato. La title-track così come l'autocelebrativa "Goregäng", sono solo due esempi di pezzi cui è impossibile resistere: brani che insieme a "Wightless Sentinels" (la mia preferita dell'album), la pesante Plague of Hammers" e "Spray of Teeth" sapranno spaccare colli on stage.
"Neon Graves" dei Goregäng è un disco costruito anzitutto sull'approccio diretto e sull'attitudine: da questo punto di vista il duo floridiano ha ben poco da invidiare a chicchessia. Certo, chi è ormai abituato alle produzioni Death Metal moderne, fatte di produzioni potenti e tecnica eccelsa, potrebbe trovarsi stranito dall'ascolto di quest'opera, che invece saprà facilmente conquistare gli amanti delle sonorità più novantiane,

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Ancient Winter, un album per mille ricordi.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stargazery, ristampa del loro bellissimo debutto di neoclassic power metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'esordio degli Alcotopia lascia solo intravedere buone potenzialità
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un esordio con i controfiocchi per i Reternity
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nusquama - Horizon ontheemt
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ruler, una vera e propria bomba heavy metal!!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Imago Imperii, una promettente band italiana
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Metal molto tecnico e complesso in questo secondo album degli americani The Odious
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Esordio dei Voldt: appassionati di tecnica fatevi avanti!!!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nuovi esponenti del metal cantato in italiano: debutto per gli Arioma!
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Opeth ed Agalloch (e non solo) s'incontrano nel grandioso operato degli Atlas Entity
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dispnea, black depressivo da Napoli, un grande inizio!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla