A+ A A-
 

Затемно...prima dell'alba Затемно...prima dell'alba

Затемно...prima dell'alba

recensioni

titolo
В петле
etichetta
Aesthetic Death
Anno

01 Вступление 

02 Лишь только ветер

03 В петле

04 Копотью солнца 

 

Ограда: Vocals, Guitars, Drums, Accordion

Плита: bass and additional vocals 

 

opinioni autore

 
Затемно...prima dell'alba 2019-07-04 22:23:07 Francesco Yggdrasill Fallico
voto 
 
5.0
Opinione inserita da Francesco Yggdrasill Fallico    04 Luglio, 2019
Ultimo aggiornamento: 05 Luglio, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

"Prima dell'alba", questo è il significato del nome di questa band proveniente dall’Oblast di Mosca. Il progetto, frutto della mente di Pastor, che forse qualcuno di voi ricorderà come membro di Rotting Heaven, è pubblicato dalla sempre attiva Aesthetic Death.
Quattro lunghe tracce, per poco più di 35 minuti, compongono un lavoro decisamente spiazzante ed intrigante. La partenza è il black, ma questo album è molto più! Agghiacciante, allucinante, devastante. Acustico, sfruriate, melodie etniche e tanto, tanto marciume. “В петле” è tutto questo, ma anche molto di più! Follia estrema a tutto tondo, quella contenuta in questo CAPOLAVORO, pubblicato in appena 500 copie e destinato a turbare i sogni di molti di voi! Proprio come dice il moniker, ci si muove in una realtà parzialmente buia, che rende distorta la percezione sensoriale. La conclusiva “Копотью солнца” fa accapponare la pelle, intervallata da una fisarmonica, matrice black e un evocativo finale parlato - rigorosamente in russo - a porre il sigillo nero su questo lavoro, decisamente lontano dai consueti canoni. Trovare le giuste parole per descrivere questo album è davvero difficile, il rischio è quello di esser banale e, soprattutto di sminuire la meraviglia di questa oscura gemma che ho il piacere di proporvi.
Un ennesimo centro per Stu e per la sua Aesthetic Death; etichetta che conobbi nel lontanissimo 1994, proprio con la prima pubblicazione, quel autentico capolavoro del funeral doom che è “Epistemological Despondency” degli Esoteric. Lasciatevi trasportare dal senso di inquietudine che traspare da questo lavoro e non abbiate paura di esser offuscati dalla “fuliggine del sole”…

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Hollow Haze e l'ennesimo disco di grande qualità
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un discreto lavoro per gli I, Apokalypse seppur con delle influenze fin troppo marcate
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debutto dei Side Effects all'insegna dell'amore per gli Iron Maiden
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Disco alquanto vario ed interessante questo quarto full-length dei Majesty of Revival
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

A distanza di tredici anni tornano i thrashers americani Motive
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seconda fatica per i lussemburghesi Feradur: un signor melodic death!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Panthematic, un calderone di inflenze ma un lavoro immaturo.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Ragnhild propongono un insolito Viking Metal made in India
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debuttano feroci come bestie i canadesi Concrete Funeral
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Imago Imperii, una promettente band italiana
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla