A+ A A-
 

Us power ma in chiave moderna e con una gran dose di varietà per i Lower 13 Us power ma in chiave moderna e con una gran dose di varietà per i Lower 13

Us power ma in chiave moderna e con una gran dose di varietà per i Lower 13

recensioni

gruppo
titolo
Restore The Order
etichetta
Pure Steel Records
Anno

TRACKLISTING

1. Swallowed By Light

2. The Shining Star

3. Leads To Fate

4. Weight Of The World

5. Set Hate Free

6. Monster

7. Find Your Peace

8. No Answers

9. Waiting

10. Force Of Nature

11. Unclear

12. Spotless Mind

Total Playing Time: 64:00 min

 

LINE-UP

Sean Balog – bass, vocals

Patrick Capretta – guitars, vocals

Eric Kruger – drums

opinioni autore

 
Us power ma in chiave moderna e con una gran dose di varietà per i Lower 13 2019-07-05 09:42:45 Federico Orano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Federico Orano    05 Luglio, 2019
Ultimo aggiornamento: 05 Luglio, 2019
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli statunitensi Lower 13 arrivano al terzo disco della loro carriera con questo “Restore The Order”.

La band punta su un sound potente e moderno ma anche su melodie di impatto. Insomma se le basi sono state gettate negli anni ottanta, poi vengono presi molti spunti dalla scena attuale come in un teorico incontro tra il sound del classico Us metal e quello alternativo dei System Of Dawn. Ne esce un disco molto interessante con brani come la potente “Swallowed By Light” in apertura o la malinconica “Weight Of The World” condotta da linee di basso che accompagnano il cantato di Sean Balog, che sono capaci di colpire nel segno. Forse il disco si dilunga un po' troppo superando l'ora abbondante di musica, ma le soluzioni ricercate e trovate da questi tre musicisti sono davvero interessanti. Di chiaro stampo progressivo arriva “Find Your Peace”, pezzo dinamico con cambi di tempo ed atmosfere che si aprono in un refrain arioso mentre la più moderna ed estrema “No Answers” ci mostra anche il cantato in growl.

Un disco vario e personale che meriterebbe una certa visibilità. Date un ascolto a questi Lower 13, ne vale la pena!

P.S. Il disco era già uscito nel 2016 come autoproduzione

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Il primo disco degli Hatriot senza Steve "Zetro" Souza
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Russia i Deva Obida, malinconici e melodici
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I nostrani The Big Jazz Duo, tra deathcore e sinfonia, tirano fuori un Ep che spacca!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
C'è molto da lavorare per i Rot Schimmel
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep di debutto per The Last Martyr, band australiana che suona un post hardcore melodico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Culloden ed una proposta anacronistica
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla