A+ A A-
 

I Vulture e l'amore per lo speed metal degli anni '80 I Vulture e l'amore per lo speed metal degli anni '80

I Vulture e l'amore per lo speed metal degli anni '80

recensioni

gruppo
titolo
“Ghastly waves & battered graves”
etichetta
Metal Blade Records
Anno

 

MEMBERS:

L. Steeler: Vocals

S. Genozider: Guitars

M. Outlaw: Guitars

A. Axetinctör: Bass

G. Deceiver: Drums

 

 

TRACKLIST:

01 - Fed to sharks

02 - The Garotte

03 - B.T.B. (Beyond the blade)

04 - Ghastly waves & battered graves

05 - Dewer's hollow

06 - Tyrantula

07 - Stainless glare

08 - Murderous militia

09 - Killer on the loose

opinioni autore

 
I Vulture e l'amore per lo speed metal degli anni '80 2019-07-13 15:36:45 Ninni Cangiano
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    13 Luglio, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Avete presente gli Agent Steel dei primi meravigliosi album “Skeptics apocalypse” ed “Unstoppable force”? Eravamo a metà degli anni ’80 e la band di John Cyriis era tra le principali protagoniste della scena speed metal americana. A distanza di oltre 30 anni, dal North Rhine-Westphalia in Germania, arrivano i Vulture (nome forse ispirato all’omonimo vulcano spento italiano), forti niente di meno di un contratto con Metal Blade Records, a riproporci quelle medesime sonorità, con il cantante L. Steeler a tentare di imitare il grande John Cyriis con risultati, per essere onesti, solo discreti. Partendo con la premessa che sono un fan dello speed metal, mi chiedo perchè nel 2019 si voglia anche registrare in modo così old-style? Forse per ripercorrere le tappe di bands che hanno scritto la storia dello specifico genere? O magari semplicemente per amore di quelle sonorità? D’accordo sul voler apparire vintage a tutti i costi, ma faccio davvero fatica ad ascoltare la batteria registrata a questa maniera, con il rullante che pare un fustino del detersivo, come anche con la voce dello screamer tedesco che sovrasta tutti gli altri strumenti.... Con la tecnologia che c’è oggi, si può anche fare speed metal in maniera convincente, non sta scritto da nessuna parte che per suonare questo specifico genere musicale bisogna farlo come negli anni ’80! Ma questa è stata la scelta dei Vulture per questo loro secondo full-lenght, intitolato “Ghastly waves & battered graves”, e dobbiamo farcene una ragione. Maggiore attenzione la riporrei poi nel songwriting: i brani, infatti, hanno tutti durate un po’ troppo elevate per lo speed metal, genere in cui è meglio essere concisi ed andare subito al dunque, mentre in questo disco il rischio di perdere in efficacia è spesso presente (alle volte le due chitarre tendono ad esagerare); ma qui entriamo nel campo minato dei punti di vista personali che, come tali, sono sicuramente opinabili.... fatto sta che la canzone che preferisco nel disco è proprio la conclusiva “Killer on the loose”, unica ad avere un minutaggio inferiore ai 4 minuti! “Ghastly waves & battered graves” dei Vulture, tutto sommato, merita sicuramente la sufficienza, dato che si ascolta piacevolmente se si è fans dello speed metal più old-style; in caso contrario, c’è obiettivamente di meglio in giro.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Il primo disco degli Hatriot senza Steve "Zetro" Souza
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Russia i Deva Obida, malinconici e melodici
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

i nostrani The Big Jazz Duo, tra deathcore e sinfonia, tirano fuori un Ep che spacca!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
C'è molto da lavorare per i Rot Schimmel
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep di debutto per The Last Martyr, band australiana che suona un post hardcore melodico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Culloden ed una proposta anacronistica
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla