A+ A A-
 

Gast, un debutto importante per la band black metal svedese! Gast, un debutto importante per la band black metal svedese! Hot

Gast, un debutto importante per la band black metal svedese!

recensioni

gruppo
titolo
Mörkret Kallar
etichetta
Black Market Metal Label
Anno

Tracklist:

1. Distans

2. Avgrund

3. Under Satans vingar

4. Transcendens

5. Där livet kvävs

6. Morgonstjärna

7. Sorgens skugga

opinioni autore

 
Gast, un debutto importante per la band black metal svedese! 2019-08-11 17:49:10 Rob M
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Rob M    11 Agosto, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Debutto per gli svedesi Gast, "Mörkret Kallar" esce quest'anno per la Black Market Metal Label, mostrando un progetto tutt'altro alle prime armi, ma anzi capace di assestare un colpo importante giá al suo primo lavoro.
La musica della band si erge suprema su quel tappeto di influenze nord europee e non solo che vedon il progetto avvicinarsi a nomi ben piú noti del black piú contemporaneo e velenoso. Se a momenti i nostri ricordano la seconda incarnazione degli Ondskapt, non mancano passaggi che riportan alla mente anche le parti piú taglienti di Arkhon Infaustus, Hell Militia e compagnia d'oltralpe.
Con brani brevi ma intensi questi ragazzi si lanciano a testa bassa nella mischia senza timore di esser lasciati inosservati.
Sin dai primi momenti di "Distans" e tutto in un fiato sino alla conclusiva "Sorgens Skugga" i Gast costruiscono un lavoro degno di nota e che se pur non risulta "moderno", avvicinandosi a post o avanguardia black metal, si rifá alla maniera di intendere il genere che ha caratterizzato maggiormente i primi quindici anni del nuovo millennio, con passione e talento.
Il drumming violento, accompagnato da un riffing squisito ed arricchito da lead ispirate, un basso possente ed una voce evocativa son a grosse linee le caratteristiche di questo disco nero come la pece.
I brani si susseguono in maniera accattivante e "Mörkret Kallar" é cosí in grado di amaliare l'ascoltatore sin dal primissimo ascolto, grazie ad un mix e produzione che elaborano in maniera magistrale l'input compositivo della band.
Un disco che risulta quindi godibile al 200% e che da voce ad un gruppo che seguiró molto da vicino! Spero che i Gast riescan a tenere cosí alta la qualitá nei loro prissimi lavori!

Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un ritorno eccezionale per i siciliani Acacia
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un nuovo masterpiece d'oscura malinconia da parte degli Officium Triste
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Crystal Eyes si confermano su livelli di eccellenza
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Magari i Running Wild fossero ispirati come gli Stormwarrior!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

L'ombra dei Cradle of Filth copre del tutto l'operato degli Astaroth Incarnate
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cassino all'insegna dell'hardcore con il debutto dei Lesnar Suplex
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debutto dei nostrani Bloody Unicorn è poco convincente
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Interessante il mix tra sound centro-europeo e svedese dei Sathamel
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
In attesa di un nuovo album, un breve EP di cover per i calabresi Zora
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla