A+ A A-
 

Dinamico e sempre in evoluzione questo ritorno degli Spread Eagle Dinamico e sempre in evoluzione questo ritorno degli Spread Eagle

Dinamico e sempre in evoluzione questo ritorno degli Spread Eagle

recensioni

titolo
Subway To The Stars
etichetta
Frontiers Music
Anno

Tracklist:

Subway To The Stars

29Th Of February

Sound Of Speed

Dead Air

Grand Scam

More Wolf Than Lamb

Cut Through

Little Serpentina

Antisocial Butterfly

Gutter Rhymes For Valentines

Solitaire

 

Line-up:

Ray West - Lead Vocals

Rob De Luca - Bass, Vocals

Ziv Shalev - Guitars

Rik De Luca - Drums, Percussion

opinioni autore

 
Dinamico e sempre in evoluzione questo ritorno degli Spread Eagle 2019-08-14 08:51:15 Federico Orano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Federico Orano    14 Agosto, 2019
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Hard rock 2.0
I Spread Eagle attivi fin dalla fine degli anni 80, arrivano dalla Grande Mela per proporci un hard rock moderno fatto di riff potenti e dinamici e melodie dal tocco alternativo.

Undici brani per questo "Subway To The Stars", disco ricercato con sonorità che vanno dal classico hard rock, passando per il metal moderno ed arrivando fino al progressive. Insomma non è affatto banale l'ascolto di queste songs e di pezzi ricercati come sono “29Th Of February” e “Dead Air”. Qui il livello tecnico è elevato, i brani sono sempre in evoluzione e colpiscono forte, almeno in certi casi, con melodie di impatto vedi “Sound Of Speed”. La sessione ritmica formata dai fratelli De Luca bombarda forte su linee vivaci grazie al basso di Rob ed alla batteria di Rik. La potente “Gran Scam” esplode con un riff possente prima di lasciar spazio ad una buona apertura melodica mentre “Little Serpentina” conquista con un bel refrain.

Un disco fresco ma che al suo interno presenta anche qualche momento meno convincente. “Subway To The Stars" è un lavoro dinamico e sempre in evoluzione che segna il ritorno degli Spread Eagle.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Il primo disco degli Hatriot senza Steve "Zetro" Souza
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Russia i Deva Obida, malinconici e melodici
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

i nostrani The Big Jazz Duo, tra deathcore e sinfonia, tirano fuori un Ep che spacca!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
C'è molto da lavorare per i Rot Schimmel
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep di debutto per The Last Martyr, band australiana che suona un post hardcore melodico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Culloden ed una proposta anacronistica
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla