A+ A A-
 

Dalla Spagna un Melodic Death per i fans delle gelide e malinconiche atmosfere finlandesi: il debutto degli Eternal Storm Dalla Spagna un Melodic Death per i fans delle gelide e malinconiche atmosfere finlandesi: il debutto degli Eternal Storm Hot

Dalla Spagna un Melodic Death per i fans delle gelide e malinconiche atmosfere finlandesi: il debutto degli Eternal Storm

recensioni

titolo
Come the Tide
etichetta
Transcending Obscurity Records
Anno

PROVENIENZA: Spagna 

GENERE: Melodic Death Metal 

FFO: Insomnium, Wolfheart, Officium Triste, Dark Tranquillity, Be'lakor 

LINE UP: 
Kheryon - vocals, bass 
Jaime Torres - guitars, vocals 
Daniel Maganto - guitars, vocals 
Mateo Novati - drums, vocals 

TRACKLIST: 
1. Through the Wall of Light Pt.I (The Strand) [06:48] 
2. Through the Wall of Light Pt.II (Immersion) [07:15] 
3. Detachment [06:33] 
4. The Mountain [07:15] 
5. Of Winter and Treason [10:35] 
6. Drifters [01:23] 
7. The Scarlet Lake [07:55] 
8. Embracing Waves [11:17] 

Running time: 59:01 

opinioni autore

 
Dalla Spagna un Melodic Death per i fans delle gelide e malinconiche atmosfere finlandesi: il debutto degli Eternal Storm 2019-08-24 15:22:39 Daniele Ogre
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    24 Agosto, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sembrano arrivare dritti dritti dalla Finlandia, ma invece sono spagnoli - di Madrid per la precisione - gli Eternal Storm, Melodic Death Metal abnd che debutta sotto Transcending Obscurity Records con il bellissimo "Come the Tide". Perché diciamo che sembrano arrivare dalla Finlandia? Bastano le primissime note di questo loro debutto per rendersi conto di come Insomnium e Wolfheart abbiano giocato un ruolo primario nella formazione del sound del quartetto madrileno; c'è che potrebbe obiettare che gli Eternal Storm assomiglino un po' troppo alle due bands finniche e probabilmente tutti i torti non li avrebbe, ma tutto questo viene a mio avviso superato da un album le cui gelide atmosfere riescono a spazzar via qualsiasi dubbio sulla bontà della proposta dei nostri, tanto da rendere gradevole alle mie orecchie persino un solo di sassofono, strumento da me tanto odiato nel Metal. E' un album lungo "Come the Tide", quasi un'ora di musica dato da brani dalla lunghezza ben sopra la media - tra i 6 ed i 7 minuti, arrivando all'apice con i 10 minuti e mezzo di "Of Winter and Treason" e gli oltre 11 della conclusiva "Embracing Waves" -, ma nonostante questo gli Eternal Storm sanno rapire l'ascoltatore, pur usando soluzioni che fin troppo conosciamo bene: il songwriting della band spagnola è decisamente ispirato e riesce a colpire l'ascoltatore nei punti più emozionali, così come riescono i loro più ben noti mentori. Basti solo la tripletta iniziale composta dalle due "Through the Wall of Light" e dalla magnifica "Detachment" per restare ammaliati dal debutto targato Eternal Storm. Tra lunghe e melodiche parti strumentali, atmosfere malinconiche, un buon uso di voci growl e pulite, i quasi 60 minuti di "Come the Tide" riescono a scorrere quasi senza accorgersene, arrivando alla fine estasiati da quanto ascoltato.
Freddo come il Mare del Nord eppure realizzato da una band proveniente da calde terre mediterranee, "Come the Tide" sembra attestarsi tra le migliori novità di questo 2019, un debutto che presenta al mondo una band che ha ben chiaro quali siano i propri intenti e che, con un pizzico di tocco personale in più, avrebbe certamente meritato il massimo dei voti.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un lavoro senza infamia e senza lode per gli svedesi Sarcasm
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Stozhar: un interessante band ancora troppo poco conosciuta.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i brasiliani Stomachal Corrosion un album arrivato con un ritardo di almeno 25 anni
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Il debut album dei belgi Orthanc
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon power metal melodico e dinamico dalla Spagna coi Nocturnia
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debutto degli Hunter vince e convince
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli Svizzeri Freakings un quarto album valido, ma nulla di più
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rogue Deal, passione per il buon vecchio heavy
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ardityon, un esordio che farà agitare diverse capocce e brillare molti occhi
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla