A+ A A-
 

Kairos: classico heavy metal dalla Svezia Kairos: classico heavy metal dalla Svezia Hot

Kairos: classico heavy metal dalla Svezia

recensioni

gruppo
titolo
"Queen of the hill"
etichetta
Autoproduzione
Anno

 

TRACKLIST:

1. Reckless dedication

2. Strike while the iron is hot

3. Mr. Nocturne

4. Silver heart

5. Japanese steel

6. Merciless domine

7. Enchanted age

8. Queen of the hill

 

 

LINE-UP:

Tom Hamström – Vocals

Carl Rudhede - Lead guitar

Emil Beaird - Lead guitar

Viktor Envall – Drums

opinioni autore

 
Kairos: classico heavy metal dalla Svezia 2019-09-07 17:41:09 Ninni Cangiano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    07 Settembre, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Kairos arrivano dalla mitica Gothenburg in Svezia (culla di centinaia di bands) e sono già attivi da circa 10 anni; hanno alle spalle l’E.P. “Life on the edge” del 2013 ed il primo album “Wicked callings” risalente al 2015, entrambi purtroppo sconosciuti al sottoscritto. A luglio di quest’anno si sono autoprodotti un secondo full-lenght intitolato “Queen of the hill”, dotato di artwork che non mi esalta più di tanto. Pur trattandosi di autoproduzione, devo dire che gli svedesi hanno fatto le cose come si deve e la registrazione del disco è di buona qualità. Ma cosa suonano i Kairos? La band è dedita ad un classicissimo heavy metal, fortemente influenzato dai nomi storici della NWOBHM, in primis gli Iron Maiden. Con un simile paragone, è facile immaginare che, assieme alle chitarre, abbia un’importanza fondamentale anche il basso; purtroppo, pur avendo ricevuto fotografie di un quintetto, nelle informazioni nulla c’è su chi si sia occupato di questo importante strumento; metal-archives.com giunge in nostro soccorso indicandoci tale Viktor Envall come bassista, ma non vi è certezza che sia stato lui a suonarlo sul disco (del resto lo stesso nome mi viene indicato anche come batterista sia nelle informazioni inviate dall’agenzia, che sulla pagina Facebook del gruppo...). E’ probabile quindi che il già citato Envall sia effettivamente il bassista, mentre dietro le pelli vi sia tale Erik Andersson, come indicato da metal-archives, ma perdonatemi se non sono in grado di accertarlo. A parte questi dettagli, ciò che conta è la musica! Gli 8 pezzi dell’album sono molto gradevoli da ascoltare, ben suonati e cantati anche bene dal singer Tom Hamström; di certo qui non si può pretendere originalità e, del resto, non credo sia questo l’obiettivo dei Kairos. In tanti hanno suonato prima di loro questo genere di musica, ma gli svedesi lo fanno evidentemente con passione e perizia e, pertanto, “Queen of the hill” supera l’esame abbondantemente! In tempi in cui le labels più titolate ci ammorbano spesso e volentieri di immondizie musicali, spero che qualcuno si accorda di questo gruppo e proponga loro un valido contratto.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Borknagar: Il profondo nord risente di qualche melodia di troppo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nightglow, sempre più moderni e alternativi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
SpiteFuel, una scarica di adrenalina non da trascurare!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Progressive metal dalle tinte metalcore in questo secondo EP dei Malum Sky.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tyketto un nuovo live album per celebrare lo storico Strength in Numbers
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Mind Key: un alieno nel Paese delle Meraviglie
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Metal sinfonico neoclassico in questo primo album dei messicani Yeos.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep di quattro brani dediciti ad un heavy metal grezzo ed old school per gli Olymp
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seppur breve, convince l'EP dei californiani Larvae
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i britannici Itheist un debutto (col nuovo nome) senza infamia e senza lode
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto per la tastierista dei Cradle of Filth: Martyr di Lindsay Schoolcraft!
Valutazione Autore
 
2.8 (2)
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Convince il secondo album dei Prime Creation
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla