A+ A A-
 

Gladenfold: Un secondo buon lavoro tra tanto power e melodic death Gladenfold: Un secondo buon lavoro tra tanto power e melodic death

Gladenfold: Un secondo buon lavoro tra tanto power e melodic death

recensioni

titolo
When Gods Descend
etichetta
Reaper Entertainment
Anno

01. The Descent Of Gods

02. Brothers

03. Immortalis

04. Sanctuary Denied

05. The Forsaken

06. Ghosts Of Our Past

07. Unreligion

08. Shadows And Dust

09. Succubus Kiss

10. Last Goodbyes

 

Line Up: 

Esko Itälä: vocals, acoustic guitars

Matias Knuuttila: guitars

Toke Fønskov Gerdts: guitars

Lauri Itälä: drums

Paavali Pouttu: keyboards

opinioni autore

 
Gladenfold: Un secondo buon lavoro tra tanto power e melodic death 2019-09-10 18:18:12 Gianni Izzo
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Gianni Izzo    10 Settembre, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Attivi dal 2003, i finlandesi Gladenfold dopo vari demo ed Ep arrivano al 2014 con il debutto “From Dusk To Eternity”, un buonissimo lavoro melodic death sulla scia dei conterranei Children Of Bodom, ma ancora ispirati e con un inconfondibile surplus d'amore per il power ed il symphonic.

Cinque anni dopo arriva questo “When Gods Descend”, altro buonissimo album, seppur la proposta sonora si sia ammorbidita parecchio. Già i Gladenfold prestavano ben più di un occhio per sinfonie e melodie accattivanti ed epiche, adesso questa loro attenzione si è alzata ancor di più. Di fatto “When Gods Descend”, nonostante il growling del vocalist Itala, l’album suona a tutti gli effetti più come un lavoro power che melodic death. Ma se la cosa non vi disturba, possiamo senza remore promuovere il nuovo lavoro, che adesso come adesso nelle parti più ricercate si muove tranquillamente in zona Amorphis, mentre per quelle più tirate ed epiche, si passa con facilità dal freddo power in stile Stratovarius, fino ai Blind Guardian, con bei cori e parti in clean che fanno da contrappeso ai momenti più duri, in cui torna in auge riff più aggressivi da parte del duo Knuuttila/Gerdts.

Potremmo dire che qualche “sdolcinatura” di troppo ci sia qui e li, ma tutto sommato, i Gladenfold mi sembrano a proprio agio con queste partiture, ed in un anno terribile nel quale i grandi nomi del melodic death e del power, o ci hanno regalato al massimo un compitino a casa (Amon Amarth, Children Of Bodom), o sono cascati in un baratro senza fondo (Equilibrium, Sonata Arctica), questo lavoro dei Gladenfold ci fa sperare bene per il futuro della nostra amata musica.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

KXM: progressive ed un forte impatto moderno nel loro hard rock ricercato
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Melodic hard rock esplosivo per questo ritorno dei The Defiants
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I palermitani Grevia sganciano una vera e propria bomba con un debut EP di rara potenza
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un ottimo album Swedish Death dalla Germania: seconda fatica per gli Endseeker
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Demiurgon: Death Metal e decadenza umana
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo album nel giro di un anno per i danesi Baest... ed ancora non hanno nulla da dire
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Driving Force, dedizione tanta, sostanza un po' meno
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Esordio per i Song Of Anhubis: quando il non investire ha le sue conseguenze!
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dialith, non la solita female fronted symphonic metal band!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kairos: classico heavy metal dalla Svezia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Troppo generici e standard i nostrani Bonded By Hate
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Che sorpresa i Mighty Thor!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla