A+ A A-
 

Ispirato e dinamico questo nuovo progetto firmato Sascha Paeth's Master Of Ceremony Ispirato e dinamico questo nuovo progetto firmato Sascha Paeth's Master Of Ceremony Hot

Ispirato e dinamico questo nuovo progetto firmato Sascha Paeth's Master Of Ceremony

recensioni

titolo
Signs Of Wings
etichetta
Frontiers Records
Anno

Tracklist:

1. The Time Has Come

2. Die Just A Little

3. Radar

4. Where Would It Be

5. My Anarchy

6. Wide Awake

7. The Path

8. Sick

9. Weight Of The World

10.Bound In Vertigo

11.Signs Of Wings

 

Line-up:

Sascha Paeth: guitar

Adrienne Cowan: lead-vocals

André Neygenfind: bass

Felix Bohnke: drums

Corvin Bahn: keyboards

opinioni autore

 
Ispirato e dinamico questo nuovo progetto firmato Sascha Paeth's Master Of Ceremony 2019-09-15 10:26:52 Federico Orano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Federico Orano    15 Settembre, 2019
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Diciamolo subito, Sascha Paeth è un artista che sta alcuni kilometri avanti rispetto ai suoi colleghi, non tanto per tecnica, produzione e tutte queste cose ma proprio per quanto riguarda il modo di vedere ed intendere la musica, basti pensare a cosa erano i suoi Heaven's Gate molti anni fa. Insomma se il noto musicista tedesco si è rimesso in gioco per registrare un suo disco, lo fa per proporre qualcosa di importante e non del tutto canonico.

Ed in effetti questo “Signs Of Wings” dei suoi Master Of Ceremony è un lavoro capace di suonare fresco e molto personale nonostante l'impatto melodico sia imponente fin da subito. Per ottenere un sound particolare il buon Sascha doveva trovare una voce capace di muoversi in maniera dinamica e chi meglio di Adrienne Cowan (Seven Spires), singer americana che accompagnava nell'ultimo tour nientepopodimenoche gli Avantasia, poteva prendersi questo ruolo? La tracklist corre via leggera ma allo stesso tempo mostra complessità e varietà. Insomma questo “Signs Of Wings” si dimostra ispiratissimo grazie alle doti dei musicisti coinvolti e soprattutto ad un songwriting davvero delizioso che presenta l'iper melodica “Where Would It Be” capace di dominare con un refrain irresistibile, “The Time Has Come” che esplode con grinta anche grazie alla voce aggressiva di Adrienne e l'ariosa “Radar”. Il tocco moderno di “Sick” arriva deciso e convince anche la ballatona “The Path” mentre avvicinandosi alla fine incontriamo la power song “Weight Of The World” e la ricecata title track, entrambe song di gran qualità, dove il buon Sascha si cimenta anche in solos di chitarra convincenti.

“Signs Of Wings” è un lavoro che esplora varie sonorità all'interno della scena metal e potrà conquistare sia i seguaci della scena female vocals sia gli appassionati del sound più melodico e dinamico. Sascha Paeth dimostra di essere ancora un musicista e songwriter al top con questi suoi Master Of Ceremony.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Dai tedeschi Abythic un lavoro per gli amanti dell'old school Death finnico
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Witch Vomit: una band che unisce benissimo US e Swedish Death della vecchia scuola
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Riesce a destare un discreto interesse il debut album dei greci Plague
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Continua il processo evolutivo dei francesi Necrowretch
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Horned Almighty, in cerca di un pubblico più vasto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Se vi piacciono i Macabre, non potete perdervi i canadesi Tales of the Tomb
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un EP tutto sommato soddisfacente per i tech-death metallers canadesi Moosifix
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Myrholt, un disco dispersivo che avrebbe potuto dare molto di piú.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Myrholt, le uscite che non servono..
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il quarto capitolo delle raccolte dei Mesmerize
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Fallen: Un metal vecchio stampo purtroppo poco convincente
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla