A+ A A-
 

Come sempre i Blood Red Throne tirano fuori un lavoro che saprà conquistare gli amanti del Death Metal Come sempre i Blood Red Throne tirano fuori un lavoro che saprà conquistare gli amanti del Death Metal

Come sempre i Blood Red Throne tirano fuori un lavoro che saprà conquistare gli amanti del Death Metal

recensioni

titolo
Fit to Kill
etichetta
Mighty Music
Anno

PROVENIENZA: Norvegia 

GENERE: Death Metal 

SIMILAR ARTISTS: (early) Gorguts, Cannibal Corpse, Bloodbath, Vomitory 

LINE UP: 
Yngve "Bolt" Christiansen - vocals 
Død - guitars 
Ivan "Meathook" Gujić - guitars 
Stian Gundersen - bass 
Freddy Bolsø - drums 

TRACKLIST: 
1. Requiem Mass [06:17] =ASCOLTA= 
2. Bloodity [05:40] 
3. Killing Machine, Pt. 2 [04:48] 
4. WhoreZone [04:15] 
5. Skyggemannen [04:13] =VIDEO= 
6. InStructed InSanity [04:45] =ASCOLTA= 
7. Movement of the Parasites [05:28] 
8. Deal It or Die [08:08] 
9. End [05:25] 

Running time: 48:59 

opinioni autore

 
Come sempre i Blood Red Throne tirano fuori un lavoro che saprà conquistare gli amanti del Death Metal 2019-09-15 15:58:07 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    15 Settembre, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Oltre vent'anni di carriera e, con quest'ultimo "Fit to Kill", ben nove album in discografia: sono i numeri dei norvegesi Blood Red Throne, numeri che danno la misura della costanza del chitarrista e fondatore Død, andato sempre avanti nonostante i tanti cambi in formazione. La storia dei Blood Red Throne è quella di un gruppo che probabilmente non ha mai raccolta quanto avrebbe seriamente meritato al netto di un paio di album non proprio riuscitissimi come "Come Death" e "Blood Red Throne", ma capace comunque di tirare fuori album decisamente sopra la media come il debutto "Monument of Death" e "Souls of Damantion" (che quest'anno 'compie' 10 anni). "Fit to Kill" presenta i classici ingredienti che compongono le sonorità dei Blood Red Throne: riffoni pesanti alternati a graffiate dal sapore Black ed una sezione ritmica compatta e che non tende mai ad 'esagerare'. Una sorta di comfort zone potremmo dire, in cui possiamo però trovare i BRT al massimo della loro forma; "Fit to Kill" è infatti un album che già ad un primo ascolto sembra essere maggiormente godibile rispetto ad esempio a "Blood Red Throne" ed al comunque buonissimo "Union of Flesh and Machine", grazie a brani che magari non verranno mai indicati come capolavori, ma che fanno il loro sporco lavoro egregiamente, e mi riferisco a pezzi come i singoli "Skyggemannen" ed "InStructed InSanity" o come "Bloodity", brano che mette da parte la velocità d'esecuzione per dare ampio spazio ad un incedere più compassato, se così vogliamo dire, ma votato maggiormente all'impatto, con ritmiche spaccacollo che lasciano spazio solo nel finale ad un'accelerata da moshpit garantito.
Mai realmente sotto la sufficienza in questi vent'anni, i Blood Red Throne dimostrano una volta in più, qualora ce ne fosse ancora bisogno, come nonostante gli anni passati, uno stile bene o male sempre fedele a sé stesso ed i tanti cambi di line up, siano sempre capaci di tirare fuori lavori che sanno come accontentare i deathbangers. "Fit to Kill" insomma conferma il trend che prosegue dagli inizi della carriera dei Blood Red Throne: non un capolavoro, vero, ma di certo un album che merita in scioltezza la promozione e che non andrebbe certo a sfigurare nella collezione di un fan del genere.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Il gran ritorno degli As I Lay Dying, pionieri del metalcore, con un album spettacolare
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo dieci anni di silenzio, per i Konkhra un come back che sotto certi aspetti delude
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i canadesi Necronomicon un altro lavoro che non va oltre una semplice sufficienza
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Power metal melodico di gran fattura per gli spagnoli Arenia
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sorprende in positivo il debut EP dei canadesi Anomalism
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debut album dei belgi Orthanc
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon power metal melodico e dinamico dalla Spagna coi Nocturnia
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debutto degli Hunter vince e convince
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla