A+ A A-
 

Melodic hard rock esplosivo per questo ritorno dei The Defiants Melodic hard rock esplosivo per questo ritorno dei The Defiants

Melodic hard rock esplosivo per questo ritorno dei The Defiants

recensioni

titolo
Zokusho
etichetta
Frontiers Records
Anno

Tracklist:

1. Love Is The Killer

2. Standing On The Edge

3. Hollywood In Headlights

4. Fallin' For You

5. Hold On Tonite

6. Allnighter

7. U X'd My Heart

8. It Goes Fast

9. Stay

10.Alive

11.Drink Up!

 

Line-up:

Bruno Ravel: Bass

Paul Laine: Vocals, Guitar

Rob Marcello: Guitar

Steve West: Drums

opinioni autore

 
Melodic hard rock esplosivo per questo ritorno dei The Defiants 2019-09-17 10:12:45 Federico Orano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Federico Orano    17 Settembre, 2019
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

I The Defiants si rituffano nel mercato discografico con questo nuovo “Zokusho”, parola che in giapponese significa “sequel” o “il prossimo capitolo”, bell'esempio di melodic hard rock intenso e vivace.

Paul Laine, Bruno Ravel e Rob Marcello non sono certo gli ultimi della pista visti loro successi ottenuti nel tempo coi Danger Danger, fin dagli anni 80. La band ha attirato l'attenzione dei seguaci di queste sonorità già con l'omonimo debutto del 2015 ma questo nuovo “Zokusho” colpisce forte con sonorità a tratti leggermente moderne ad accompagnare l'impatto melodico e potente di questi nuovi undici brani. Basterebbe la presenza di alcuni pezzi come la potente song iniziale “Love Is The Killer”, il tocco Aor di “Hollywood In Headlights” e “Allnighter”, e la favolosa e intensa ballatona “Hold On Tonite”, per promuovere a pieni voti un lavoro capace di esaltare fin dai primissimi ascolti. La spensierata “Stay” potrebbe essere la colonna sonora perfetta di queste ultime giornate estive, mentre nel finale si fa apprezzare “Drink Up!” con un sound più classico che ci riporta ad almeno tre decadi fa.

Quattro anni sono serviti ai The Defiants per scrivere e produrre questo lavoro, ma è stato il tempo necessario per arrivare a comporre un full-lenght di tale caratura. “Zokusho” è un lavoro capace di suonare ispirato e fresco, cosa tutt'altro che scontata.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un lavoro senza infamia e senza lode per gli svedesi Sarcasm
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Stozhar: un interessante band ancora troppo poco conosciuta.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i brasiliani Stomachal Corrosion un album arrivato con un ritardo di almeno 25 anni
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Il debut album dei belgi Orthanc
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon power metal melodico e dinamico dalla Spagna coi Nocturnia
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debutto degli Hunter vince e convince
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli Svizzeri Freakings un quarto album valido, ma nulla di più
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rogue Deal, passione per il buon vecchio heavy
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ardityon, un esordio che farà agitare diverse capocce e brillare molti occhi
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla