A+ A A-
 

KXM: progressive ed un forte impatto moderno nel loro hard rock ricercato KXM: progressive ed un forte impatto moderno nel loro hard rock ricercato

KXM: progressive ed un forte impatto moderno nel loro hard rock ricercato

recensioni

gruppo
titolo
Circle of Dolls
etichetta
Frontiers Music
Anno

Line-up:

dUg Pinnick - Vocals / Bass

George Lynch - Guitars

Ray Luzier – Drums

Track List

01 War Of Worlds

02 Mind Swamp

03 Circle Of Dools

04 Lighting

05 Time Flies

06 Twice

07 Big As The Sun

08 Vessel Of Destruction

09 A Day without Me

10 Wide Awake

11 Shadow Lover

12 Cold Sweats

13 The Border

opinioni autore

 
KXM: progressive ed un forte impatto moderno nel loro hard rock ricercato 2019-09-17 10:47:05 Federico Orano
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Federico Orano    17 Settembre, 2019
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un debutto nel 2014 per i KXM, il cui nome deviva dalle iniziali delle band da cui provengono i tre componenti (K from KORN, X from KING'S X and M from LYNCH MOB), ed il seguito del 2017 a nome “ Scatterbrain”; ora la band è pronta al ritorno con questo “Circle of Dolls” e tredici nuovi brani tra metal e hard rock con atmosfere malinconiche ed oscure ed un sound moderno e alternativo.

Il risultato è un disco personale ma anche un po' freddo; i nuovi brani faticano a far innamorare, in primis perchè la band non cerca soluzioni facili e di impatto immediato, un po' perchè forse ci si perde lungo la tracklist per colpa di una certa mancanza di varietà. Potremmo quasi definire questo sound come un progressive modern alternative hard rock e basterebbe ascoltare pezzi come “Mind Swap” per trovare il lato più moderno della band o la title track per avere una testimonianza del tocco più progressivo. A nostro parere sono i momenti più dinamici e progressivi quelli più convincenti anche grazie ad il lavoro del solito sospetto George Lynch alle chitarre (ascoltatelo ad esempio su “Time Flies”, brano tra i più riusciti) e al bravo dUg Pinnick al basso. I ritmi inquieti e complessi di “Shadow Lover” mostrano il lato migliore dei KXM ma tredici pezzi sono davvero molti e durante l'ascolto si rischia di perdere il filo del discorso, colpa di qualche momento meno riuscito che va a gettare un po' di ombra su un disco che altrimenti poteva risultare molto più piacevole.

“Circle of Dolls” è un disco coraggioso e tutt'altro che facile da ascoltare. Bisogna ammirare questi musicisti che hanno deciso di mettersi in gioco ma purtroppo il risultato non li premia appieno.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un lavoro senza infamia e senza lode per gli svedesi Sarcasm
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Stozhar: un interessante band ancora troppo poco conosciuta.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i brasiliani Stomachal Corrosion un album arrivato con un ritardo di almeno 25 anni
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Il debut album dei belgi Orthanc
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon power metal melodico e dinamico dalla Spagna coi Nocturnia
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debutto degli Hunter vince e convince
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli Svizzeri Freakings un quarto album valido, ma nulla di più
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rogue Deal, passione per il buon vecchio heavy
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ardityon, un esordio che farà agitare diverse capocce e brillare molti occhi
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla