A+ A A-
 

Si riuniscono Jon Chang e Rob Marton dei Discordance Axis in questo nuovo mostro Grindcore chiamato No One Knows What the Dead Think Si riuniscono Jon Chang e Rob Marton dei Discordance Axis in questo nuovo mostro Grindcore chiamato No One Knows What the Dead Think Hot

Si riuniscono Jon Chang e Rob Marton dei Discordance Axis in questo nuovo mostro Grindcore chiamato No One Knows What the Dead Think

recensioni

titolo
No One Knows What the Dead Think
etichetta
WillowtipRecords
Anno

PROVENIENZA: U.S.A. 

GENERE: Grindcore 

FFO: Discordance Axis, Gridlink, Pig Destroyer, Wormrot, Insect Warfare 

LINE UP: 
Jon Chang - vocals 
Rob Marton - guitars, bass 
Kyosuke Nakano - drums 

TRACKLIST: 
1. Yorha [01:32] =ASCOLTA= 
2. Autumn Flower [02:31] 
3. Dagger Before Me [02:35] 
4. Rakuyo [02:20] 
5. Stars Hide Your Fires [01:35] 
6. Cinder [02:41] =ASCOLTA= 
7. Sakaya [01:53] 
8. Kaine [01:57] 
9. Red Echoes [00:54] 
10. Dominion (Discordance Axis cover) [00:55] =ASCOLTA= 

opinioni autore

 
Si riuniscono Jon Chang e Rob Marton dei Discordance Axis in questo nuovo mostro Grindcore chiamato No One Knows What the Dead Think 2019-09-20 14:18:07 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    20 Settembre, 2019
Ultimo aggiornamento: 21 Settembre, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

C'è stata una band che a cavallo tra i primi anni '90 ed il 2000 ha seminato il terrore, musicalmente parlando, nella scena Grindcore: si tratta dei Discordance Axis, band che tra album (tre), split ed EP nei dieci anni di attività ha sfornato un numero considerevole di uscite, salvo poi sciogliersi nel 2001, quando lo status di band cult era già però ampiamente raggiunto. E' principalmente per questo motivo che si è destata immediatamente una certa curiosità quando Willowtip Records ha annunciato l'uscita di quest'album eponimo dei No One Knows What the Dead Think, band formata dai due fondatori dei Discordance Axis, Jon Chang e Rob Marton. Con questo progetto Chang e Marton, aiutati dal batterista Kyosuke Nakano, riportano in auge le sonorità dei Discordance Axis (e dei Gridlink, altra band dello stesso Jon Chang), con però una produzione che suona decisamente attuale: potente, chiara, perfettamente equilibrata. Dieci brani per poco meno di venti minuti, basta questo ai No One Knows... per tirare fuori quello che si candida ad essere la miglior uscita Grindcore dell'annata: rapido, violento, feroce, il debutto eponimo della band statunitense non è comunque il solito concentrato di Grindcore tout court, visto che i Nostri sono riusciti a svolgere un lavoro di scrittura ed arrangiamento intelligente, in cui troviamo anche passaggi più lenti ma non di meno potenti, come ad esempio l'incipit della massacrante "Rakuyo". Un album che scorre veloce, tanto che in un amen ci si ritrova dall'opener "Yorha" alla chicca finale conclusiva, ossia un versione nuova di "Dominion" dei Discordance Axis, pezzo che apriva il primo album della band "Ulterior".
Un album che saprà piacere non soltanto ai nostalgici della storica band scioltasi nel 2001, ma che grazie ad un approccio più moderno, a suo modo, potrà facilmente trovare terreno fertile negli amanti dell'extreme metal più giovani. E' questo principalmente il pregio del debutto dei No One Knows..., capaci di meritarsi la promozione con una facilità quasi disarmante.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

FM: la classe che non tramonta!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
EX: da Verona un invito a lottare.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'attesissimo ritorno dei One Desire
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Colpisce per essere un 'semplice' album Death Metal questo terzo dei tedeschi Sabiendas
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'assalto nichilista degli Henry Kane di Jonny Pettersson  dei Wombbath
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gomorra, per i fans degli Iced Earth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Warrior Within: tra luci ed ombre
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Killitorous: come fare i cazzoni suonando musica impressionante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Angel Grinder debuttano con un Death/Thrash old school impressionante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annotatevi il nome dei Breaking The Silent!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Solar Flare: nulla da salvare
Valutazione Autore
 
0.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Buonissima seconda prova per i tedeschi Bloodred
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla