A+ A A-
 

Ardityon, un esordio che farà agitare diverse capocce e brillare molti occhi Ardityon, un esordio che farà agitare diverse capocce e brillare molti occhi Hot

Ardityon, un esordio che farà agitare diverse capocce e brillare molti occhi

recensioni

gruppo
titolo
Ardityon
etichetta
Autoproduzione
Anno

Tracklist:

1.Intro “Avanguardia di Morte”

2.Ardityon

3.Our Music

4.Archons Attack

5.Guilty of Homicide

6.Pain of the World

7.Ancient Enemy

8.Zombie Apocalypse

9.Glory Day

10.Daily Holocaust

 

BAND:

Denis Novello – Drums

Albert “Marshall” Biason – Lead and rhythm guitars

De Zordo Valeriano – Lead and backing vocals

Diego Bordin – Bass guitar

Andrea Colusso –  keyboards

opinioni autore

 
Ardityon, un esordio che farà agitare diverse capocce e brillare molti occhi 2019-10-01 09:04:55 Celestial Dream
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Celestial Dream    01 Ottobre, 2019
Ultimo aggiornamento: 01 Ottobre, 2019
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Nati solamente un anno fa in quel di Treviso e dintorni, gli Ardityon si sono subito messi all'opera per dare alle stampe un disco di debutto che ora possiamo gustarci a pieno volume.

Sì perchè questo omonimo esordio mette in mostra tutte le doti esecutive e di songwriting di una band davvero ispirata. Nonostante il disco sia autoprodotto, la produzione è molto accurata ed esplode forte fin da subito con le note possenti della potente opener “Ardityon”, song supportata da riffoni stoppati che non potrà che bombardare il vostro apparato uditivo. Il disco alterna pezzi più rocciosi come “Ancient Enemy”, che presenta coretti evocativi e accelerazioni importanti, a brani più catchy dal tocco maggiormente hard rock come “Pain Of The World” e la classica “Glory Days”. Il drummer e leader della band Denis Novello, ci da dentro di brutto mentre alle sei corde Albert “Marshall” Biason costruisce un muro sonoro davvero inespugnabile. Il tutto è accompagnato da melodie vocali sempre esplosive dove l'ottimo singer De Zordo Valeriano può mostrare tutte le sue doti, in un ipotetico mix tra Jorn e Mark Basile. Anche musicalmente il sound degli Ardityon ricorda quel power/heavy di ultima generazione tanto caro ad esempio agli spagnoli Lords Of Black e Masterplan ma con un tocco prog alla DGM.
I riff veloci e le aperture melodiche fanno di “Zombie Apocalypse” uno dei pezzi migliori del disco ed in chiusura ci pensa la power song “Daily Holocaust” a metter fine alle danze.

Un esordio davvero sorprendente, di quelli che ci rende orgogliosi della scena nostrana. Gli Ardityon forse possono migliorare leggermente in termini di personalità (qualche passaggio qua e la sa un po' di già sentito) ma per il resto siamo di fronte a un disco coi controcazzi!

Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Damnation Gallery: l'inferno può attendere.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Synthetic: un mix di varie sonorità che potrebbe colpire più di qualche ascoltatore!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un "Best of" per ripercorrere la carriera di Mark Boals con le sue band
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con questo quarto album i Marche Funèbre mostrano una crescita esponenziale
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un altro ritorno a lungo atteso con gli olandesi Arsebreed
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un debut album non propriamente per tutti quello dei Greybeard
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un po' troppi generi e sottogeneri convivono nel sound del debut album degli Aal
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ai Memoremains serve una chitarra più protagonista
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Prodotti del genere lasciano il tempo che trovano: tornano i Tension Rising!
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Nyxem propongono un album interamente realizzato con sintetizzatori e suoni campionati
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Winter Nights: Un melodic death poco melodic e tanto death
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla