A+ A A-
 

Per gli Svizzeri Freakings un quarto album valido, ma nulla di più Per gli Svizzeri Freakings un quarto album valido, ma nulla di più Hot

Per gli Svizzeri Freakings un quarto album valido, ma nulla di più

recensioni

gruppo
titolo
Rise of Violence
etichetta
Autoproduzione
Anno

Tracklist:

  • 1.False Prophets 
  • 2.Rise of Violence 
  • 3.Enemy Attack 
  • 4.Timebomb 
  • 5.Dictator of Hate 
  • 6.Wash Me with Blood 
  • 7.Brainwash 
  • 8.Nuclear Attack
  • 9.Psychedelic Warfare 
  • 10.Time to Thrash
  • 11.King Reigns

Line-up:

  • Toby Straumann - Bass
  • Simon Straumann - Drums
  • Jonathan Brutschin - Guitars, Vocals

opinioni autore

 
Per gli Svizzeri Freakings un quarto album valido, ma nulla di più 2019-10-09 16:21:14 Luigi Macera Mascitelli
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Luigi Macera Mascitelli    09 Ottobre, 2019
Ultimo aggiornamento: 09 Ottobre, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli svizzeri Freakings non sono di certo una di quelle band che spicca per originalità in fatto di thrash metal. Tuttavia, sin dalla loro nascita nel 2008 e dall'esordio nel 2011 con "No Way Out!, il trio si è sempre fatto rispettare suonando a mestiere, come si suol dire, e sfornando un album ogni 2-3 anni. Insomma, la grinta e la voglia di mettersi in gioco non mancano certamente e questi fattori si riscontrano inevitabilmente nei loro lavori: è un thash martellante, granitico e micidiale quello proposto che piacerà sicuramente agli amanti di band quali Deliverance, Mortification o Violator tanto per citarne alcune.
Con questa premessa vi presento la quarta fatica del trio, "Rise Of Violence". Sorvolando sul titolo e la copertina, entrambi scontatissimi e di certo non entusiasmanti, l'album si compone di undici tracce per un totale di quaranta minuti di sonore mazzate sulla faccia suonate a mestiere. Non si griderà certo al capolavoro o a quella produzione degna di nota, ma cavolo se funziona! "False Prophets" fa da apripista ad una sana dose di ignoranza gettata a secchiate nelle orecchie dell'ascoltatore. I riff sono granitici e imponenti, batteria e basso creano un muro sonoro devastante ed impenetrabile e la voce di Jonathan è corrosiva, quasi fosse un mix tra il cantato Hardcore e quello di Angelripper dei Sodom per intenderci.
Eviterò in questo caso di citarvi altre tracce dell'album e qui mi ricollego con quanto detto all'inizio: non brillando per iniziativa ed originalità, i Freakings tendono, di conseguenza, ad essere un po' scontati nelle loro produzioni. I brani sono sì violentissimi e con il sangue ai denti, ma di nuovo tra l'uno e l'altro c'è veramente poco e niente. Un valido thrash metal, suonato a mestiere ed anche tecnico in qualche punto. Ma nulla che non si possa trovare altrove.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Angel Witch: il marchio di Lucifero
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Scarleth, davvero un disco fatto bene
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Running Wild rilasciano un E.P. in attesa dell'album
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Old Dead Tree: un Ep per ricordare un amico scomparso
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bastard Son, una band consigliata agli amanti del classico Death Metal floridiano
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debut album per i veneti Ades Numen, band da seguire con interesse per il futuro
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Il debutto dei nostrani Bloody Unicorn è poco convincente
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Interessante il mix tra sound centro-europeo e svedese dei Sathamel
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
In attesa di un nuovo album, un breve EP di cover per i calabresi Zora
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli australiani Alchemy un debut EP che lascia ottime speranze per il futuro
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Metal sinfonico neoclassico in questo primo album dei messicani Yeos.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep di quattro brani dediciti ad un heavy metal grezzo ed old school per gli Olymp
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla