A+ A A-
 

Un buon debut EP per i black/death metallers statunitensi Beastlurker Un buon debut EP per i black/death metallers statunitensi Beastlurker Hot

Un buon debut EP per i black/death metallers statunitensi Beastlurker

recensioni

titolo
Sanguine Elixir of Psychotropic Divination
etichetta
Godz ov War Productions
Anno

PROVENIENZA: U.S.A. 

GENERE: Black/Death Metal 

FFO: Autopsy, Incantation, Archgoat, Dead Congregation, Blasphemy 

LINE UP: 
M. Maggio - vocals, drums 
J. Geist - guitars 
S. Boersma - bass 

TRACKLIST: 
1. Caustic Purgatorial Suspension [05:35] 
2. Lachrymatory [05:05] =ASCOLTA= 
3. Judas Goat [05:33] =ASCOLTA= 
4. Nest of squalor [04:52] 

Running time: 21:05 

opinioni autore

 
Un buon debut EP per i black/death metallers statunitensi Beastlurker 2019-10-12 12:37:34 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    12 Ottobre, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Debuttano con questo EP a titolo "Sanguine Elixir of Psychotropic Divination" - edito da Godz ov War Productions - gli statunitensi Beastlurker, trio formato dal cantante/batterista M. Maggio (Deity Disfigured, ex-Discarnate), dal chitarrista J. Geist e dal bassista S. Boersma (entrambi ex-Necrotic). Anche i Beastlurker sono da ascrivere tra i gruppi che hanno puntato sulle vecchie sonorità US dei 90's: un Black/Death violento quanto cupo, in cui è facilmente riscontrabile l'influenza di giganti come Incantation, Archgoat o Blasphemy. Per i poco più di 20 minuti dell'EP i Beastlurker danno saggio di come abbiano ben imparato la lezione dei vecchi maestri, riuscendo a sfornare un lavoro quanto mai diretto, estremamente novantiano nell'approccio e con una produzione sì dal flavour vintage, ma che sa ben mettere in risalto la prova del trio di Chicago. Che siano passaggi più rapidi e feroci, altri più blackeggianti - in cui possiamo trovare accenni di Swedish Black - o up tempos pesanti come macigni, i Beastlurker riescono a non scadere nel facile citazionismo, grazie ad un lavoro di scrittura che permette loro di offrire un lavoro che perfettamente rispetta i canoni del genere, ma che al contempo sa essere a suo modo vario: l'esempio lampante di tutti ciò è senza dubbio, a mio avviso, la seconda traccia "Lachrymatory", pezzo che si può prendere come biglietto da visita del combo dell'Illinois.
Un unico piccolo appunto che si può fare ai Beastlurker dopo l'ascolto di "Sanguine Elixir of Psychotropic Divination", sarebbe quello di rendere i brani un ancora un po' più diretti sfoltendo leggermente il minutaggio; ma a parte questo questo EP è, traendo le somme finali, un buon debutto per la band statunitense: non un lavoro che farà gridare al miracolo, ma che di sicuro più di un ascolto se lo merita eccome.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Borknagar: Il profondo nord risente di qualche melodia di troppo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nightglow, sempre più moderni e alternativi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
SpiteFuel, una scarica di adrenalina non da trascurare!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Progressive metal dalle tinte metalcore in questo secondo EP dei Malum Sky.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tyketto un nuovo live album per celebrare lo storico Strength in Numbers
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Mind Key: un alieno nel Paese delle Meraviglie
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Metal sinfonico neoclassico in questo primo album dei messicani Yeos.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep di quattro brani dediciti ad un heavy metal grezzo ed old school per gli Olymp
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seppur breve, convince l'EP dei californiani Larvae
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i britannici Itheist un debutto (col nuovo nome) senza infamia e senza lode
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto per la tastierista dei Cradle of Filth: Martyr di Lindsay Schoolcraft!
Valutazione Autore
 
2.8 (2)
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Convince il secondo album dei Prime Creation
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla