A+ A A-
 

Gli Stozhar: un interessante band ancora troppo poco conosciuta. Gli Stozhar: un interessante band ancora troppo poco conosciuta. Hot

Gli Stozhar: un interessante band ancora troppo poco conosciuta.

recensioni

gruppo
titolo
Holodom Bitv V Obyatya Zimy
etichetta
Stygian Crypt Productions
Anno

PROVENIENZA: Russia

GENERE: Folk Metal

TRACKLIST:

1. Ярость 
2. Холодом битв в объятья зимы
3. Расплескалась стужа
4. Голос мечей
5. Ночи хоровод
6. Славянская сила
7. Память 


 

opinioni autore

 
Gli Stozhar: un interessante band ancora troppo poco conosciuta. 2019-10-14 19:59:04 Marianna
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Marianna    14 Ottobre, 2019
Ultimo aggiornamento: 14 Ottobre, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Direttamente da Yaroslavl in Russia, ecco arrivare gli Stozhar. Il gruppo nato nel 2005 per volere di Yarosvet ed Elena Lebedeva (ex membro del gruppo ndr.), ha all'attivo già tre album ed un demo; nonostante i vari cambi di line-up e l'intensa attività live, il 6 Giugno di quest'anno, la band licenzia il quarto full-length.

Fin dal primo ascolto si rimane colpiti dal forte imprinting Pagan Metal: una sensazione tra l'estasi e lo stupore. Si percepisce subito quanto gli strumenti tradizionali del Folk si fondano alla perfezione con i riffs violenti del Metal; tutto ciò è ben studiato e volto alla creazione di un particolare stile musicale che distingue il gruppo dagli altri in circolazione.
Sebbene i testi siano in lingua russa, l'ascoltatore non può che rimanere incantato dal giusto equilibrio tra la voce femminile e quella maschile le quali, accompagnate da flauti e tastiere, ben si combinano con le musicalità più estreme che ne fanno da cornice. In questo caso, una recensione track-by-track risulta abbastanza inutile, piuttosto, pare opportuno concentrarsi sulla totalità dell'album: un prodotto davvero interessante per una band così poco conosciuta!.
Lo spirito Pagan/Folk è la matrice non solo del sound, ma anche il contenuto delle stesse canzoni le quali, rimanendo fedeli alle origini dei Stozhar, narrano la visione pagana del mondo dei nostri antenati. Le arie armoniose, che spesso sembrano virare verso l'Ambient, infondono nell'ascoltatore un forte senso di misticismo e spiritualità; il tema del “contatto con l'ambiente circostante”, tanto caro nel passato, si manifesta attraverso le note e le sensazioni che esse trasmettono.
Le sonorità quasi mistiche vengono spezzate solo da attimi più concitati, accompagnati da un potente Growl; la voce sporca ed accorata, i passaggi musicali più rapidi e figli del Thrash, creano brani travolgenti.

Un album interessante, giovane e che immerge totalmente l'ascoltate nella realtà russa. Un prodotto davvero buono per un gruppo ancora troppo nell'ombra.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Attitudine e passione sono i maggiori ingredienti del quarto album dei War-Head
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un terzo album pessimo per i Trash Heaven
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancillotti e l'heavy metal che scorre nelle vene!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Soddisfacente il debut album dei norvegesi Féleth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Ravenscry cercano una strada personale
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Warrior Within: tra luci ed ombre
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Killitorous: come fare i cazzoni suonando musica impressionante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Angel Grinder debuttano con un Death/Thrash old school impressionante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annotatevi il nome dei Breaking The Silent!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla