A+ A A-
 

Hell's Coronation, il primo full per la band black/doom Polacca! Hell's Coronation, il primo full per la band black/doom Polacca! Hot

Hell's Coronation, il primo full per la band black/doom Polacca!

recensioni

titolo
Ritual Chalice Of Hatefull Blood
etichetta
Godz ov War Productions
Anno

Tracklist:

1. Levitating in Tarry Fog

2. Covenant of Doom

3. Mighty Black Flame

4. Fullmoon Is the Sinister Light of Providence

5. I Crush the Sanctity of Christ

6. Ressurection Through Condemnation

opinioni autore

 
Hell's Coronation, il primo full per la band black/doom Polacca! 2019-10-27 18:40:04 Rob M
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Rob M    27 Ottobre, 2019
Ultimo aggiornamento: 28 Ottobre, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Quel bel blackened doom, quello serio, quello fatto bene, con suoni cupi, voce da oltretomba e borchie ovunque. L'odore di zolfo che arriva al naso quando ascolti dischi come questo nuovo lavoro degli Hell's Coronation, intitolato "Ritual Chalice Of Hateful Blood", é senza prezzo. Lasciamo perdere la contemporaneità, lasciamo perdere la produzione incredibile di altri dischi al giorno d'oggi, la band polacca arriva con questo nuovo lavoro al suo primo full-length ed i nostri riescono con esso a trasmettere una vera e propria aura tombale durante i quasi quaranta minuti di musica che offrono.
Sin da subito "Covenant of Doom" é capace di rapire e far muovere la testa su e giú con ritmi ossessivi e martellanti. Il riffing non é forse tra i migliori, rimane molto nella media, ma nel contesto generale é pefettamente adeguato alla proposta, seppur lascivo in alcuni frangenti (vedi per esempio il lavoro di chitarre in "Mighty Black Flame" o la sessione ritmica della successiva e canonica "Fullmoon Is The Sinister Light Of Providence").
Ci son momenti piú interessanti, ma questi arrivano sporadicamente, scemando quasi immediatamente nella ripetitività dei giri, e la presenza vocale che si incanta, ma non riesce a spostarsi dal seminato a livello di espressività.
Adoro lavori come questo, ma oggettivamente ci son dischi decisamente migliori e che riescon in tutto e per tutto a conquistare l'ascoltatore. Gli Hell's Coronation affondano le grinfie nella preda, ma non hanno una presa abbastanza stabile per potersi ancorare al bersaglio. Un buon LP di debutto, ma i nostri hanno decisamente bisogno di alzare il tiro e scostarsi e cercare la loro strada per poter tirar fuori un album che li definisca come uno dei nomi importanti del momento. Seppur la volontà non manca, il risultato manca di perfezione. In un genere come quello qui offerto basta poco perché il tutto cada sin da subito nel completo anonimato.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Psychomancer hanno forse un po' troppo "allungato il brodo"
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dagli States i Sentient Horror mostrano il loro amore verso lo Swedish Death Metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo 12 anni i veterani del Death Metal teutonico: nono album per i Fleshcrawl
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ennesima prova strepitosa per i Cattle Decapitation
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vastator, only for die-hard fans
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Per gli australiani Alchemy un debut EP che lascia ottime speranze per il futuro
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Metal sinfonico neoclassico in questo primo album dei messicani Yeos.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep di quattro brani dediciti ad un heavy metal grezzo ed old school per gli Olymp
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seppur breve, convince l'EP dei californiani Larvae
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i britannici Itheist un debutto (col nuovo nome) senza infamia e senza lode
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto per la tastierista dei Cradle of Filth: Martyr di Lindsay Schoolcraft!
Valutazione Autore
 
2.8 (2)
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla