A+ A A-
 

Per gli statunitensi Cleric un secondo album che intrattiene a dovere Per gli statunitensi Cleric un secondo album che intrattiene a dovere Hot

Per gli statunitensi Cleric un secondo album che intrattiene a dovere

recensioni

gruppo
titolo
Serpent Psalms
etichetta
Redefining Darkness Records
Anno

PROVENIENZA: U.S.A. 

GENERE: Death Metal 

FFO: Bolt Thrower, Asphyx, Dismember, Grave, Gorefest 

LINE UP: 
Zac Christian - vocals 
Chris Richardson - guitars 
Cody Tatum - guitars 
John Schiller - bass 
Zach Jobin - drums 

TRACKLIST: 
1. Maw of Absolution [05:33] 
2. Lucifer Triumphant [04:35] 
3. Of Twilight and of the Grave [04:03] 
4. Possessed in Congress [02:03] 
5. Unending Spectral Bloodshed [04:57] 
6. All Death Unseeing [04:16] =ASCOLTA= 
7. Satan, Be Thy Name [03:07] 
8. Forever Coils the Serpent (Opener of the Way) [03:37] 
9. Destroying Eye of the Self [06:01] 

Running time: 38:12 

opinioni autore

 
Per gli statunitensi Cleric un secondo album che intrattiene a dovere 2019-10-29 17:45:09 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    29 Ottobre, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

"Serpent Psalms" è appena il secondo album in 12 anni per i texani Cleric, Death metal band attiva dapprima dal 2007 al 2009 e riformatasi definitivamente dopo un annetto di stop nel 2011; dopo un primo album uscito nel 2013, "Gratum Inferno", l'act di Dalla ci ha messo sei anni per tornare in pista con questa seconda fatica, che esce sotto l'egida di Redefining Darkness Records. I Cleric non pretendono d'inventare assolutamente nulla di nuovo: il loro stile old school trae insegnamento un po' dalle diverse correnti, anche se è da ammettere che sono soprattutto i colossi svedesi (Dismember, Grave) ad influenzare maggiormente il quintetto texano, che sembra a proprio agio quando si tratta di spingere sull'acceleratore, come nell'opener "Maw od Absolution", nella martellante "Possessed in Congress" o anche nei momenti più 'Death & Roll' di "Lucifer Triumphant", quest'ultimo uno dei brani dove trovano spazio diverse altre scuole d'insegnamento, dai rallentamenti doom degli Asphyx ai toni marziali dei Bolt Thrower. Le gutturali vocals di Zac Christian sono agevolmente accompagnate da una sezione ritmica tellurica e, soprattutto, da un riffingwork che appare particolarmente ispirato, seppur non innovativo, il che porta ad un album che risulta essere scorrevole e che nel suo essere un semplice disco Death Metal funziona, grazie anche a pezzi come quelli citati poco sopra o come "Unending Spectral Bloodshed" e "Of Twilight and of the Grave" (col suo incipit 'carpenteriano').
Siamo quanto più lontani da qualsiasi innovazione con "Serpent Psalms" dei Cleric, e forse proprio grazie a questo la band texana raggiunge una facile sufficienza; questa loro seconda fatica non è un disco che farà gridare al miracolo, ma un ascolto se lo merita tutto.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Dalla Grecia il melodic death malinconico dei Gentihaa
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I capitolini Enemynside tornano con un thrash onestissimo e funzionante
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Wormhole: quando lo Slam/Brutal incontra il Progressive Death di scuola canadese
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I canadesi Sophist sono rimandati al prossimo lavoro (di prossima uscita)
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debutto per gli americani Frogg, ma con qualcosa da migliorare per il futuro
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debut album discreto per i blackened death metallers americani Deadspawn
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Molto interessante, seppur breve, il debut EP dei canadesi Unburnt
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Congiura: quando la fenice rinasce dalle sue ceneri
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Russia un buon prodotto Melodic Death/Black da parte della one man band Doom Rot
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla