A+ A A-
 

Blackhearth, la sola passione non è sufficiente Blackhearth, la sola passione non è sufficiente

Blackhearth, la sola passione non è sufficiente

recensioni

titolo
"Blackhearth"
etichetta
SLIPTRICK RECORDS
Anno

TRACKLIST:
01. Flying away
02. Tarker’s mills
03. Face the enemy
04. The truth you’ve missed
05. Earls of darkness
06. The magician
07. Blackhearth

LINE-UP:
Alex Hernández – Guitar
Asier Larrea – Drums
Jorge Sánchez – Bass
Endika Ortega – Guitar
Julio Veiga – Keyboards
Alain Concepción – Vocals

opinioni autore

 
Blackhearth, la sola passione non è sufficiente 2019-11-03 16:58:43 Ninni Cangiano
voto 
 
2.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    03 Novembre, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Blackhearth arrivano dalla Spagna ed abbiamo poche informazioni su di loro, fortunatamente nei metal-archives.com apprendiamo che arrivano dalla regione basca e si sono formati nel 2010. Questo album omonimo, uscito in ottobre su Sliptrick Records, è stato registrato tra agosto 2018 e gennaio 2019, in modo a mio parere un po’ troppo old-style. Credo che questa sia una scelta apposita della band basca, dato che è evidente il loro amore per le sonorità old-fashioned della NWOBHM; l’heavy metal suonato dai Blackhearth, infatti, non si ispira ai grandi nomi della scena metal spagnola, ma va a pescare a piene mani dalla scena inglese degli anni ’80. Se quindi cercate originalità a tutti i costi, sappiate che questo disco non fa per voi, dato che migliaia di bands hanno suonato questa stessa musica prima di questo sestetto e, obiettivamente, in parecchi l’hanno fatto anche meglio di loro. Il sound, infatti, è un po’ troppo “lento”, nel senso che sono pochi i momenti veramente vivaci (mi è rimasta impressa in tal senso solamente “Earl of darkness”), colpa di ritmi mai troppo sostenuti da parte del batterista Asier Larrea. Aggiungete a questo ed alla registrazione non proprio eccelsa, la voce del cantante Alain Concepción fin troppo sporca e rauca, oltre che abbastanza monotona che, invece che esaltare la musica, tende ad affossarne la resa.... capirete perchè effettuare diversi ascolti di questo disco non è stato per niente semplice, né gradevole. Tirando le somme, i Blackhearth hanno ancora parecchia strada da fare, è evidente il loro amore per queste sonorità old-style, ma la sola passione non basta per raggiungere la sufficienza o per avere anche una minima speranza di uscire dall’underground. Buona fortuna!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I Running Wild rilasciano un E.P. in attesa dell'album
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Old Dead Tree: un Ep per ricordare un amico scomparso
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bastard Son, una band consigliata agli amanti del classico Death Metal floridiano
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debut album per i veneti Ades Numen, band da seguire con interesse per il futuro
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con un EP d'ottima fattura, i Bölzer danno vita alla label di loro proprietà
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Psychomancer hanno forse un po' troppo "allungato il brodo"
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

In attesa di un nuovo album, un breve EP di cover per i calabresi Zora
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli australiani Alchemy un debut EP che lascia ottime speranze per il futuro
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Metal sinfonico neoclassico in questo primo album dei messicani Yeos.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep di quattro brani dediciti ad un heavy metal grezzo ed old school per gli Olymp
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seppur breve, convince l'EP dei californiani Larvae
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i britannici Itheist un debutto (col nuovo nome) senza infamia e senza lode
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla