A+ A A-
 

Un altro esempio di gran classe con l'aor dei Work Of Art Un altro esempio di gran classe con l'aor dei Work Of Art

Un altro esempio di gran classe con l'aor dei Work Of Art

recensioni

titolo
Exhibits
etichetta
Frontiers Music
Anno

Tracklist:
1. Misguided Love
2. Be The Believer
3. Another Night
4. This Isn't Love Feat. Vince Dicola
5. Gotta Get Out
6. Come Home
7. If I Could Fly
8. Destined To Survive
9. Scars To Prove It
10. What You Want From Me
11. Let Me Dream

Line-up:
Lars Säfsund - Vocals
Robert Säll - Guitars
Herman Furin - Drums

opinioni autore

 
Un altro esempio di gran classe con l'aor dei Work Of Art 2019-11-10 11:54:49 Federico Orano
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Federico Orano    10 Novembre, 2019
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Work Of Art di Robert Säll sono dei fenomeni dell'Aor. Dopo aver debuttato nel 2008 con il bellissimo “Artwork” hanno contianuato la loro carriera arrivando ora al lancio del quarto disco in studio con questo “Exhibits”.

Melodie travolgenti, tastiere e chitarre che si muovo con gran sintonia per creare atmosfere rilassate e ricercate; i WoA mostrano di avere ancora la scintilla capace di accendere ogni composizione e la tracklist è un concentrato di grande musica a partire dall'irresistibile opener “Misguided Love”, favoloso esempio di Aor di classe con un refrain indimenticabile. Ma lungo la tracklist il livello qualitativo rimane altissimo, con le sonorità settantiane di “This Isn't Love” e “Scars To Prove It” senza dimenticare la frizzante “Gotta Get Out” e poi l'eleganza di “Let Me Dream” che ci riporta a quelle sonorità che hanno reso celebre questo genere negli anni Ottanta.

“Exhibits” balza subito in alto tra le migliori uscite in ambito aor/melodic hard rock in questo 2019. Forse ci eravamo un po' dimenticati di loro, ma i Work Of Art sono dei fuoriclasse e questo è un disco obbligatorio!

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Da una costola dei Sodom ecco l'esordio dei Bonded
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Xenos fanno centro con il loro debut "Filthgrinder"
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Grecia il melodic death malinconico dei Gentihaa
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I canadesi Sophist sono rimandati al prossimo lavoro (di prossima uscita)
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debutto per gli americani Frogg, ma con qualcosa da migliorare per il futuro
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debut album discreto per i blackened death metallers americani Deadspawn
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Molto interessante, seppur breve, il debut EP dei canadesi Unburnt
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Congiura: quando la fenice rinasce dalle sue ceneri
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Russia un buon prodotto Melodic Death/Black da parte della one man band Doom Rot
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla