A+ A A-
 

Nifrost, uno dei migliori dischi norvegesi dell'anno! La nostrana Dusktone non delude! Nifrost, uno dei migliori dischi norvegesi dell'anno! La nostrana Dusktone non delude! Hot

Nifrost, uno dei migliori dischi norvegesi dell'anno! La nostrana Dusktone non delude!

recensioni

gruppo
titolo
Blykrone
etichetta
Dusktone
Anno

Line up:
Eyvind Jolm Aardal - vocals, guitars 
Jørn Ståle Norheim - guitars
Kjetil Andreas Nydal - bass, vocals 
Henrik Nesse - drums

Tracklist:
1. Prosesjon
2. Blykrone
3. Slaatten
4. Arr
5. Tvihalden
6. Varden
7. Daudsvon
8. Gamling
9. Kongestol
10. Klander

opinioni autore

 
Nifrost, uno dei migliori dischi norvegesi dell'anno! La nostrana Dusktone non delude! 2019-12-01 16:51:07 Rob M
voto 
 
5.0
Opinione inserita da Rob M    01 Dicembre, 2019
Ultimo aggiornamento: 01 Dicembre, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La qualità in casa Dusktone ormai non é un opinione, ma é pura realtà. Con questo ultimo lavoro dei norvegesi Nifrost, la label italiana porta alla luce un disco che vive di ricordi, ma che allo stesso tempo é in grado di esibire una passione senza pari.
"Blikrone" é il secondo LP della band, preceduto nel 2016 da un quasi sconosciuto "Motvind", e vero e proprio disco d'autore in ambito viking/pagan black metal. Un album senza eguali che si rifà a lavori e nomi ben conosciuti nella scena della metà dei novanta. Tornano alla mente Ulver, Borknagar, Kampfar, e cosí via, senza dimenticare ciò che ha reso questi nomi ed i loro primi lavori "indispensabili" per chi ama il genere.
I nostri creano cosí uno dei migliori dischi di sempre in questo senso, con un'incredibile prestazione vocale, un riffing che é epico e melodico, seppur tagliente e maestoso, ed una sessione ritmica che funge da fondamenta per un album imperdibile.
Non esiston brani migliori d'altri in quest'opera, ma ci si ritrova trascinati in maniera sublime attraverso un viaggio nel tempo che davvero non ha eguali.
Il disco scorre in maniera incredibile, non un momento fuori posto, non un secondo in cui si venga a pensare che le scelte della band sian state azzardate o prive di grazia.
Il tutto si fa ascoltare ancora ed ancora senza mai stancare, senza mai annoiare. Diretto eppur intricato "Blykrone" risulta uno dei migliori lavori che ho avuto il piacere di ascoltare quest'anno. Capace di rapire ascoltatori provenienti da un vasto panorama estremo, questo lavoro porta i Nifrost all'apice della nuova scena black norvegese, riaprendo le porte di un sound quasi "dimenticato" e che con loro rivive finalmente ancora una volta!
Un disco straconsigliato a chiunque, per una band che spero possa divenir parte di quella cerchia di nomi fondamentali che la scena nazionale ha vomitato negli ultimi venticinque anni.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Attitudine e passione sono i maggiori ingredienti del quarto album dei War-Head
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un terzo album pessimo per i Trash Heaven
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancillotti e l'heavy metal che scorre nelle vene!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Soddisfacente il debut album dei norvegesi Féleth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Ravenscry cercano una strada personale
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Warrior Within: tra luci ed ombre
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Killitorous: come fare i cazzoni suonando musica impressionante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Angel Grinder debuttano con un Death/Thrash old school impressionante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annotatevi il nome dei Breaking The Silent!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla