A+ A A-
 

The Murder Of My Sweet: si può ancora scrivere buona musica nel mondo female vocals The Murder Of My Sweet: si può ancora scrivere buona musica nel mondo female vocals

The Murder Of My Sweet: si può ancora scrivere buona musica nel mondo female vocals

recensioni

titolo
Brave Tin World
etichetta
Frontiers Music
Anno

Tracklist:
1. Tin Soldiers
2. My Religion
3. Head of the Snake
4. Reasons to Live
5. Safe in the Shadows
6. Hit the Ground
7. Everyone Wins
8. Memento
9. Keeper of the Flame
10. Worth Fighting for
11. Alchemy of Sins

Line-up:
Angelica Rylin - Vocals
Daniel Flores - Keyboards, strings arrangements, backing vocals and Drums
Christopher Vetter - Acoustic and electric guitars
Patrik Janson - Bass

opinioni autore

 
The Murder Of My Sweet: si può ancora scrivere buona musica nel mondo female vocals 2019-12-12 12:15:14 Federico Orano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Federico Orano    12 Dicembre, 2019
Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre, 2019
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

"Brave Tin World" è il quinto disco dei The Murder Of My Sweet, band tedesca da sempre accostata a quella scena female vocals di Whitin Temptation e Delain. In effetti il gruppo teutonico presenta la voce femminile della brava Angelica Rylin e sonorità moderne e gotiche che ci riportano alle ultime produzioni delle band sopra elencate.

Anche questo nuovo album si muove su queste coordinate con brani dal forte impatto melodico, un mood malinconico e arrangiamenti sinfonici con suoni moderni. Il risultato è senza dubbio positivo, la band si muove con destrezza e presenta una tracklist capace di catturare con le calde atmosfere di brani come la catchy “Tin Soldiers” e le convincenti “My Religion” e “Worth Fighting For”, quest'ultima con arrangiamenti elettronici ben riusciti. Piacciono meno alcuni passaggi più elettronici come “Everyone Wins” che si accostano più verso un pop moderno distanziandosi molto dalle vie più metalliche e rockeggianti.

Nonostante qualche alto e basso, un disco promosso e con un bel 7 in pagella questo “Brave Tin World”, lavoro che dimostra come si possa scrivere ancora buona musica nel mondo female vocals senza per forza cadere nei soliti cliché.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Quarto album per i nostri Lunarsea: il migliore della loro carriera
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Hazzerd si confermano su standard qualitativi elevati
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un secondo album interessante ma non perfetto per i nostrani Straight To Pain
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thy Catafalque ed un sound pressoché unico
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ritorno di  Mikael Erlandsson risponde al nome di Autumn’s Child
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Gli Alkira non entusiasmano
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Classic rock da gustare senza indugi. Fidatevi dei veterani Mallet!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I canadesi Sophist sono rimandati al prossimo lavoro (di prossima uscita)
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debutto per gli americani Frogg, ma con qualcosa da migliorare per il futuro
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debut album discreto per i blackened death metallers americani Deadspawn
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Molto interessante, seppur breve, il debut EP dei canadesi Unburnt
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla