A+ A A-
 

Dopo il cambio di nome, proseguono imperterriti per la loro strada i tedeschi Baleful Abyss Dopo il cambio di nome, proseguono imperterriti per la loro strada i tedeschi Baleful Abyss Hot

Dopo il cambio di nome, proseguono imperterriti per la loro strada i tedeschi Baleful Abyss

recensioni

titolo
Death Propaganda
etichetta
Black Sunset/MDD
Anno

PROVENIENZA: Geramania 

GENERE: Death Metal 

FFO: Revel in Flesh, Fleshcrawl, Necrotic Flesh, Autopsy, Disma 

LINE UP: 
Frank von Boldt - vocals, guitars 
Joe Azazel - guitars 
Mojo Kallus - bass 
Hamdi Avci - drums 

TRACKLIST: 
1. Intro [01:10] 
2. Ancient Angel of Gore [04:42] 
3. Reality Vortex [03:53] 
4. Death Propaganda [04:31] 
5. Gates of the Cherubim [05:35] 
6. Purgatory of Conceitedness [03:12] 
7. Spitting Out the Dead [03:12] 
8. The Dead Around Us [03:45] 
9. Satanophobia [01:57] 
10. Expected Deterioration [04:41] 
11. Veiled in Flesh [03:39] =ASCOLTA= 
12. Web of Soulless Horror [06:09] 

Running time: 46:26 

opinioni autore

 
Dopo il cambio di nome, proseguono imperterriti per la loro strada i tedeschi Baleful Abyss 2020-01-11 14:41:25 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    11 Gennaio, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Prima uscita sotto questo nome per i Baleful Abyss, band tedesca conosciuta fino agli inizi del 2019 come Zombieslut - monicker col quale hanno pubblicato due album, "Braineater" nel 2010 e "Undead Commando" nel 2015 -; cambiato il nome lo scorso anno e passati sotto l'egida di Black Sunset / MDD, i nostri non hanno però modificato il loro sound, che da un lato segue la scia di altre note bands teutoniche (Fleshcrawl, Revel in Flesh, Necrotic Flesh...), dall'altro possiamo trovare influenze che vengono dal versante più 'marcio' del Death made in U.S.A. (Autopsy, Disma...). I Baleful Abyss sono, insomma, uno di quei gruppi che può raccogliere schiere di fans su più versanti, questo grazie soprattutto ad un lavoro che, pur non brillando per chissà quale originalità, funziona in ogni sua componente; tra sfuriate Swedish e passaggi più granitici e pesanti, il quartetto tedesco si fa strada con un lotto di brani compatto che trova il proprio punto di forza in un songwriting viscerale accompagnato da una produzione sporca 'al punto giusto'. Siamo lontani dalle produzioni pompate e per certi versi plasticose d'oggi, ma fortunatamente anche da quelle ormai inascoltabili dei 90's, pur essendoci un chiaro richiamo 'vintage' nei suoni di "Death Propaganda". Tra l'altro proprio la title-track insieme alla precedente "Reality Vortex", risultano essere i punti più alti di una tracklist scevra da difetti - almeno a mio avviso -.
Pesante come un macigno, "Death Propaganda" sa essere un album decisamente interessante; più che soddisfacente la prova dei Baleful Abyss, band capace di mischiare nelle proprie sonorità influenze derivanti da diverse scuole di pensiero che, grazie ad un buon lavoro di scrittura ed arrangiamento, riesce a suonare naturale.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un disco perfetto per i Temperance
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Epic metal spedito e aggressivo per i Dragonlore
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dal Frontiers Rock Fest 2019 la prestazione degli Hardline
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ennesimo live dei Kreator: ne valeva la pena?
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Archon Angel: per rivivere almeno in parte i Savatage di Zak
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Venti anni di Kryptos!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Se vi piacciono i Macabre, non potete perdervi i canadesi Tales of the Tomb
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un EP tutto sommato soddisfacente per i tech-death metallers canadesi Moosifix
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Myrholt, un disco dispersivo che avrebbe potuto dare molto di piú.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Myrholt, le uscite che non servono..
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il quarto capitolo delle raccolte dei Mesmerize
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Fallen: Un metal vecchio stampo purtroppo poco convincente
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla